notizie

Dopo aver utilizzato Bayraktar TB2 in Ucraina, la Turchia ha più di 500 ordini per questi droni

Decine di paesi hanno deciso di ordinare droni d'attacco turchi Bayraktar TB2.

Dopo l'uso dei droni d'attacco turchi Bayraktar TB2 in Ucraina, la Turchia ha ricevuto ordini per la produzione di oltre 500 droni. Infatti, secondo il responsabile di Baykar Technologies, oggi gli impianti produttivi per la produzione dei droni Bayraktar TB2 vengono caricati con tre anni di anticipo, il che, con una capacità produttiva dell'azienda di 20 droni al mese, fa pensare che decine di paesi nel mondo hanno deciso di acquistare circa 500 droni di questo tipo.

"Ora, dal momento che Bayraktar TB2 e Bayraktar Akıncı sono prodotti in serie, abbiamo una domanda per entrambi. Pertanto, la nostra azienda ha un gran numero di ordini. La produzione della nostra azienda è ora prenotata con circa tre anni di anticipo. Poiché questi sistemi stanno dimostrando la loro efficacia in pratica, sempre più paesi interessati ad esse ed in particolare al sistema Bayraktar TB2, dove il rapporto tra prestazioni e costo è maggiore. È un sistema dove non si paga tanto quanto bisogna pagare per un combattente"- ha affermato il capo di Baykar Technologies Haluk Bayraktar.

Non è noto quali paesi abbiano ordinato un numero così elevato di droni dalla Turchia, mentre lo stesso Bayraktar non ha commentato le precedenti notizie secondo cui il primo paese a iniziare a utilizzare i droni Bayraktar Akinci, dopo la comparsa dei droni dalla Turchia, sarà l'Ucraina.

Allo stesso tempo, tenendo conto del fatto che l'Ucraina ha praticamente smesso di usare i suoi droni, gli esperti osservano che l'efficacia di questi droni dichiarati da Bayraktar potrebbe essere una questione piuttosto grande.

.
al piano di sopra