sottomarino

notizie

I sottomarini della NATO non rischiano più di avvicinarsi alla base navale russa in Siria dopo l'incidente del 2018


Un incidente vicino a una base navale russa nel 2018 ha scoraggiato la NATO dall'avvicinarsi alla costa della Siria.

Secondo gli analisti militari, le navi da guerra straniere non si avvicinano alla base militare russa a Syrian Tartus da tre anni, rendendosi conto che dopo l'incidente del 2018, ci sono rischi molto seri per quasi tutte le marine straniere che intendono intensificare la situazione contro la Russia in Medio Oriente .

Secondo gli esperti militari britannici, dopo che due sottomarini russi hanno a lungo simulato un attacco a un sottomarino britannico che ha cercato di contenere la Russia in Siria nel 2018, non c'è più alcun desiderio di inviare le loro navi da guerra e sottomarini alla base navale russa.

Gli esperti attirano l'attenzione sul fatto che nel 2018 il Regno Unito era fiducioso che un sottomarino inviato sulle coste della Siria sarebbe passato inosservato e avrebbe potuto colpire se necessario, tuttavia, secondo The Times, mentre l'esercito britannico stava decidendo se attaccare la Siria, perché delle armi chimiche presumibilmente utilizzate dall'ASA, due sottomarini russi guidarono un sottomarino britannico di classe Astute per diversi giorni in tutto il Mediterraneo orientale, preparandosi a rispondere in caso di minima aggressione contro Siria e Russia, dal momento che a giudicare dalla posizione di Alla scoperta del sottomarino, i missili da crociera avrebbero dovuto essere inviati attraverso la base navale russa di Tartus e la base delle forze aerospaziali russe "Khmeimim".

Va notato che oggi la Russia ha la flotta più potente dell'intero Mediterraneo orientale, e questo, ovviamente, ha costretto la NATO ad abbandonare un'ulteriore escalation con il coinvolgimento della sua flotta, sebbene giorni prima si fosse saputo che una grande portaerei colpiva un gruppo guidato dalla portaerei britannica Queen Elizabeth.

.
al piano di sopra