notizie

I piloti dell'F-35 si sono lamentati dell '"inganno" dell'S-300 russo

Gli F-35 americani non sono stati in grado di identificare gli S-300 russi.

I piloti dei caccia americani F-35, inviati a pattugliare lo spazio aereo vicino al confine russo, hanno incontrato le manovre dei sistemi di difesa aerea S-300 russi. Come notato nell'articolo, alcuni combattenti non sono stati in grado di riconoscere gli oggetti vicino a loro a causa dei metodi di mascheramento digitale utilizzati dai sistemi di difesa aerea.

Uno dei comandanti, il colonnello Craig Andrle, si è lamentato del fatto che il suo combattente non è stato in grado di identificare l'S-300, sebbene sapessero che si trattava di questo complesso. Il secondo partecipante all'operazione, il colonnello Brad Bashor, ha osservato che i piloti dell'F-35 non hanno subito provocazioni da parte delle forze aerospaziali russe e dell'aeronautica bielorussa durante il pattugliamento dello spazio aereo.

"Abbiamo osservato l'S-300, sapevamo che era il sistema di difesa aerea S-300, ma il mio caccia non è riuscito a identificarlo"- disse uno dei piloti americani.

Gli Stati Uniti hanno iniziato a spostare il fianco orientale della NATO su otto degli ultimi caccia F-35 e tre dozzine di elicotteri d'attacco AH-64 nel febbraio dello scorso anno, dopo l'inizio di un'operazione speciale russa in Ucraina.

.

Blog e articoli

al piano di sopra