Didascalia foto: 
Foto: Telegramma

notizie

Peskov ha avvertito dell'inevitabilità di un conflitto tra Russia e NATO

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha avvertito dell'inevitabilità di un conflitto diretto tra la Russia e i paesi della NATO se i paesi occidentali invieranno truppe in Ucraina. Questa dichiarazione è stata fatta in risposta ai commenti del presidente francese Emmanuel Macron sulla possibilità di inviare contingenti militari in Ucraina.

"In questo caso non dobbiamo parlare di probabilità, ma di inevitabilità. Ecco come valuteremo. E questi paesi dovrebbero valutare questi paesi allo stesso modo ed esserne consapevoli. E chiedersi se ciò corrisponde ai loro interessi, e, soprattutto, agli interessi dei cittadini dei loro paesi”., ha osservato Peskov.

Peskov ha definito la discussione sulla possibilità di inviare contingenti militari in Ucraina “un importante nuovo elemento”, sottolineando che altri aspetti del discorso di Macron erano già stati annunciati in precedenza. Allo stesso tempo, secondo Peskov, in Europa non c’è consenso su questo tema e molti paesi mantengono una “valutazione sobria dei potenziali pericoli” di una tale decisione e del rischio di un coinvolgimento diretto nel conflitto.

Inoltre, Peskov ha sottolineato la familiarità della posizione di Macron al Cremlino riguardo al desiderio di una sconfitta strategica della Russia e ha sottolineato che la Russia ha ripetutamente affermato il coinvolgimento diretto dei paesi della NATO nel conflitto attraverso la fornitura di armi all’Ucraina.

Sull'argomento è intervenuto anche il capo della delegazione russa ai negoziati di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti, Konstantin Gavrilov, sottolineando che l'invio di contingenti militari in Ucraina da parte dei paesi occidentali aumenterebbe significativamente il rischio di uno scontro diretto tra NATO e Russia. .

 

.

Blog e articoli

al piano di sopra