notizie

Un veicolo corazzato da 13 tonnellate ha sorvolato la recinzione da un attacco russo contro una centrale militare a Nikolaev

Il colpo allo stabilimento militare di Nikolaev è stato così forte che i veicoli blindati sono stati lanciati oltre la recinzione.

A seguito di un attacco russo contro uno stabilimento militare a Nikolaev, un corazzato corazzato ucraino, del peso di oltre 13 tonnellate, è volato fuori dall'impianto ed è caduto su un sentiero fuori dal territorio dell'impresa di difesa. L'esplosione è stata così forte che un pesante veicolo blindato è stato sollevato in aria, mentre altre attrezzature militari situate sul territorio dello stabilimento sono state letteralmente schiacciate.

“L'esercito russo ha effettuato attacchi su strutture strategiche nella città di Nikolaev. Nella foto vediamo le conseguenze di uno di questi scioperi. Questa è una fabbrica in cui sono state riparate attrezzature militari pesanti. A causa dei colpi, uno dei mezzi corazzati per il trasporto di personale è stato lanciato oltre la recinzione e ora giace sul marciapiede.- cita le parole dell'agenzia interlocutrice "Rai News".

È abbastanza ovvio che scioperi di tale potenza portino a perdite molto gravi di veicoli corazzati ucraini, che sono già considerati scarsi. Allo stesso tempo, l'esatta quantità di equipaggiamento militare che è stato distrutto nello stabilimento militare di Nikolaev rimane sconosciuta.

È interessante notare che l'impianto militare attaccato a Nikolaev potrebbe anche essere riparato e riparato dall'americano Himars MLRS.

.
al piano di sopra