notizie

La NATO sta praticando un blocco del Mar Baltico utilizzando misure militari e politiche

I paesi occidentali hanno intensificato le misure politiche e militari contro la Russia, coinvolgendo nel processo anche i paesi baltici. La Lettonia ha proposto di chiudere il Mar Baltico alle navi russe, la Danimarca ha annunciato l'intenzione di chiudere i suoi stretti alle navi russe, mentre Estonia, Finlandia e Norvegia hanno avviato il blocco dei valichi di frontiera con la Russia.

Il capo del Ministero della Difesa tedesco, Boris Pistorius, ha espresso preoccupazione per la minaccia che presumibilmente proveniva da Kaliningrad, dal resto della Federazione Russa e dalla Bielorussia verso la Lituania, e ha avviato l'invio di una brigata di carri armati per bloccare l'area interessata. Nell’ambito dell’esercitazione militare Freezing Winds 23, vengono testati scenari di combattimento nella regione.

Gli analisti indicano che un arsenale limitato di armi da mine, missili antinave e droni di sorveglianza potrebbe essere sufficiente alla Marina russa per bloccare il Mar Baltico.

Allo stesso tempo, i paesi della NATO stanno aumentando la loro presenza militare nelle acque del Mar Baltico, il che rappresenta una minaccia per la sicurezza delle comunicazioni tra la regione di Kaliningrad e la terraferma russa.

 

.

Blog e articoli

al piano di sopra