notizie

I motori a reazione furono installati sui gerani russi

L'aeronautica russa ha apportato miglioramenti significativi alla progettazione dei veicoli aerei senza pilota (UAV) del tipo Geranium, dotandoli di motori a reazione. Lo ha annunciato il maggiore generale in pensione Vladimir Popov in un'intervista all'agenzia Sputnik.

Inizialmente, l'UAV Geranium utilizzava motori a combustione interna elettrici o a pistoni con una potenza di circa 50 cavalli, fornendo una carica di combattimento del peso fino a tre chilogrammi. Tali caratteristiche, secondo Popov, limitavano l’efficacia dell’uso dei droni.

Una nuova modifica del drone con un motore a reazione di piccole dimensioni ha aumentato significativamente la sua velocità.

“Se prima la velocità dei Gerani con motore a pistoni era di 180-200 km/h, arrivando fino a 300 km/h in picchiata, ora è aumentata a 450-600 km/h, e in picchiata può raggiungere valori più alti .”, - ha osservato Popov.

Questo aumento di velocità rende l’UAV meno vulnerabile alla contrazione nemica.

Inoltre, grazie all’alta velocità e all’utilizzo del sistema GLONASS, i droni aggiornati sono in grado di avvicinarsi al bersaglio con maggiore precisione.

.

Blog e articoli

al piano di sopra