notizie

Il ministero della Difesa ucraino ha accusato l'esercito e i mercenari ucraini della perdita di Severodonetsk

I militari e i mercenari ucraini furono accusati della perdita di Severodonetsk.

La perdita del controllo da parte delle truppe ucraine su Severodonetsk si è rivelata colpa degli stessi militari e mercenari ucraini, che erano presenti sul territorio della città. Come si è scoperto, l'esercito ucraino e i membri di compagnie militari private, pubblicando fotografie e video sui social network, hanno sventato loro stessi i piani per tenere la città. Inoltre, a quanto pare, durante la ritirata, le truppe ucraine hanno subito perdite molto gravi, poiché la ritirata da Severodonetsk è stata interrotta. I dati su questo argomento sono stati annunciati dal dipartimento della difesa dell'Ucraina.

Il viceministro della difesa dell'Ucraina Anna Malyar ha criticato il personale militare ucraino e i mercenari stranieri, i quali, pubblicando foto, video e altre informazioni sui social network e trasmettendo ai media, hanno portato al fatto che il controllo delle forze armate ucraine su Severodonetsk è stato perso. Secondo Malyar, a causa dell'incompetenza, i piani precedentemente esistenti sono stati completamente vanificati.

“A causa della comparsa di tali pubblicazioni, l'operazione militare è stata interrotta. La dimostrazione pubblica di dati ai civili sulle operazioni militari prima degli annunci ufficiali dello Stato maggiore delle forze armate ucraine in generale interrompe in parte le nostre operazioni militari.- ha affermato il vice ministro della Difesa ucraino Anna Malyar.

In precedenza, l'esercito ucraino ha ripetutamente chiesto scioperi pubblicando posizioni difese sui social network, il che è probabile. ha portato all'interruzione dell'evacuazione da Severodonetsk.

A loro volta, ci sono prove che l'esercito ucraino abbia deciso in modo indipendente di lasciare le loro posizioni in città e di abbandonare l'equipaggiamento militare a causa della mancanza di ulteriori prospettive per mantenere questa regione.

.
al piano di sopra