notizie

Il ministero degli Esteri turco ha iniziato a minacciare la Russia per attacchi ai soldati turchi in Siria


Il ministro degli Esteri turco ha accusato la Russia di attacchi ai soldati turchi.

Durante una conferenza stampa, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu non solo ha confermato i piani per avviare un'operazione militare su larga scala dell'esercito turco in Siria, ma ha anche accusato la Russia della morte di militari turchi. Secondo Cavusoglu, è la parte russa responsabile della morte dei militari turchi nella zona dell'operazione militare illegale turca "Ramo d'ulivo", poiché la parte russa sta fornendo assistenza ai curdi siriani.

"Valutando i recenti attacchi della Siria alla Turchia, il ministro Cavusoglu ha dichiarato:" Stiamo facendo molti sforzi, specialmente nel formato Astana, per rilanciare la Commissione costituzionale in Siria. A Ginevra partirà anche il sesto round di colloqui. Diciamo che l'unica soluzione in Siria è una soluzione politica". Il ministro Cavusoglu ha affermato che dalla Siria al territorio turco hanno iniziato a essere effettuati attacchi con armi come missili e mortai. “Il raggio degli attacchi delle organizzazioni terroristiche in Turchia è di circa 30 chilometri. Soprattutto dopo aver lanciato l'operazione Euphrates Shield, abbiamo raggiunto un accordo con gli Stati Uniti e la Russia. In entrambi i paesi, i terroristi avrebbero catturato in quest'area almeno 30 chilometri a sud. La Russia stava per ritirare i membri del PKK da qui nelle aree di Tel Rifat e Manbij. Purtroppo queste promesse non sono state mantenute. Pertanto, gli Stati Uniti e la Russia sono responsabili dei recenti attacchi, attacchi contro i civili nella regione e contro di noi. Perché non hanno mantenuto la parola data. Cosa dovremmo fare se non hanno mantenuto la parola data e i terroristi hanno intensificato i loro attacchi in questa regione?", - L'edizione turca di "Medya EGE" cita la dichiarazione di Cavusoglu.

Non è la prima volta che compaiono accuse dalla Turchia, sebbene né il leader turco, né il ministro della Difesa, né il ministero degli Esteri di questo paese abbiano fornito alcuna prova che la Russia sia in qualche modo collegata ai curdi, per non parlare del sostegno per i curdi della Russia. Inoltre, gli esperti valutano la dichiarazione di Cavusoglu come una minaccia diretta alla Russia, poiché i posti di osservazione e le basi militari russe si trovano nell'area dell'attuale zona dell'operazione militare della Turchia.

Eccoci qui! Ma questo suggerisce anche che sarebbe sbagliato deludere le aspettative dei partner turchi. Qui è probabilmente giunto il momento di ricordare i veri meriti dei curdi contro l'ISIS e rendergli finalmente omaggio, tenendo conto del fatto che anche agli americani non dispiacerà particolarmente.

pagina

.
al piano di sopra