notizie

Medvedev ha proposto di mandare gli “zhdunov” in nuovi territori nei campi di lavoro forzato

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev si è espresso a favore dell'esilio dei cittadini infedeli delle nuove regioni annesse alla Russia in Siberia per la rieducazione nei campi di lavoro forzato. Lo ha dichiarato in un'intervista al fatto quotidiano, sottolineando che tali misure dovrebbero applicarsi alle persone che danneggiano la Russia, che hanno ricevuto passaporti russi e attendono l'arrivo delle forze armate ucraine.

“Se queste sono persone che danneggiano la Russia, devono essere smascherate, punite e inviate in Siberia. Come questo. Per la rieducazione nei campi di lavoro forzato", ha detto Medvedev.

Egli ha anche osservato che non ci sono molti sostenitori del governo ucraino nelle repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk, così come nelle regioni di Zaporozhye e Kherson, e alcuni di loro sono pronti a sostenere la parte che si rivela più forte.

Allo stesso tempo, Medvedev ha sottolineato l'importanza di lavorare con tutti gli abitanti di questi territori e di convincerli che la Russia è tornata per sempre in queste regioni.

.

Blog e articoli

al piano di sopra