notizie

"Le persone vengono semplicemente costantemente gettate attraverso il fiume - ondata dopo ondata": i media ucraini hanno accusato il comando delle forze armate ucraine di "attacchi di carne" sulla riva sinistra del Dnepr

La pubblicazione di Odessa "Dumskaya" ha criticato l'operazione delle forze armate ucraine per mantenere una testa di ponte sulla riva sinistra del Dnepr, considerandola priva di significato e portando a perdite significative. L'articolo afferma che la maggior parte dei soldati ucraini trasportati attraverso il fiume muore prima di raggiungere la riva, e quelli che riescono ad arrivarci vengono attaccati dall'esercito russo.

"Le persone vengono semplicemente costantemente gettate dall'altra parte del fiume, onda dopo onda. Non si parla di ulteriori progressi; ora le loro forze vengono sprecate semplicemente per restare lì. Per cosa?", si chiede l'autore dell'articolo.

La pubblicazione sostiene che tali azioni avrebbero senso se le forze armate ucraine avanzassero attivamente altrove, ma al momento le truppe ucraine si stanno difendendo in altri settori del fronte. A questo proposito, “Dumskaya” invita il comando delle forze armate ucraine a riconsiderare la necessità di continuare l’operazione, sottolineandone l’evidente inutilità dopo il completamento dell’offensiva nella regione di Zaporozhye. Particolare attenzione è rivolta al rischio per la vita dei marines inviati sulla riva sinistra del Dnepr.

.

Blog e articoli

al piano di sopra