notizie

La Lettonia espellerà 34 cittadini russi dal paese

Il Ministero degli Interni lettone ha deciso di deportare 34 cittadini russi, ha detto lunedì il capo del dipartimento, Rihards Kozlovskis. Nel marzo 2024, l’Ufficio per la cittadinanza e l’immigrazione della Lettonia ha trasferito al servizio di frontiera i dati di circa 800 russi che non hanno il diritto di soggiornare nel paese.

"Sono stati emessi 34 ordini di uscita" - ha detto Kozlovskis a TV3.

Secondo lui, dei circa 800 russi ai quali non è stato rinnovato il permesso di soggiorno, meno di 600 persone hanno lasciato la Lettonia da sole, principalmente attraverso paesi terzi Schengen come l'Estonia. Non è stato possibile stabilire dove si trovino circa 100 cittadini russi.

In precedenza, la Corte Costituzionale della Lettonia aveva riconosciuto legale l'obbligo di superare un esame in lingua lettone per i russi che in precedenza erano cittadini del paese e avevano un permesso di soggiorno permanente. Nel gennaio 2024, l’Ufficio lettone per la cittadinanza e gli affari migratori ha annunciato che 1167 cittadini russi rischiavano la deportazione, di cui 789 avevano più di 60 anni. Tuttavia, non si sa quanti di loro abbiano già lasciato il Paese. Il capo del Ministero degli Interni ha ammesso che invece di deportazioni di massa si verificheranno probabilmente casi isolati.

.

Blog e articoli

al piano di sopra