notizie

Il Congresso degli Stati Uniti ha chiesto al Pentagono di consegnare le armi tattiche all'Ucraina

Il Pentagono doveva organizzare una rapida fornitura di armi tattiche all'Ucraina.

Al momento, è noto che stiamo parlando della fornitura di droni da attacco tattico Grey Eagle all'Ucraina. Questi ultimi sono in grado non solo di sferrare scioperi, ma anche di condurre ricognizioni a distanze fino a centinaia di chilometri. Ciò dovrebbe, secondo esperti militari degli Stati Uniti, garantire che le forze armate ucraine ricevano dati di intelligence in onda.

È noto che il Pentagono avrebbe dovuto considerare la possibilità di trasferire questi droni tattici in Ucraina, ma finora non ci sono informazioni sul fatto che il dipartimento della difesa statunitense abbia accettato di fornire questi UAV.

I droni da attacco tattico Grey Eagle trasportano armi in grado di colpire bersagli a distanze fino a 16 chilometri, tuttavia, molto più notevole è che questi droni sono anche in grado di trasportare missili antiaerei. Questo, secondo l'esercito americano, potrebbe consentire alle forze armate di combattere i missili da crociera. Allo stesso tempo, i droni di questo tipo sono estremamente vulnerabili alla guerra elettronica e ai sistemi di intelligence elettronica esecutivi, per non parlare del fatto che i combattenti russi sono in grado di abbattere con successo tali droni a lunghe distanze.

Non è noto quanto possa essere efficace la fornitura di tali droni all'armamento dell'Ucraina, poiché l'esercito russo non aveva precedentemente incontrato UAV di questo tipo, ma i complessi Pantsir-S li hanno eliminati con successo.

.
al piano di sopra