notizie

Il complesso EW copriva radar e sistemi NATO entro un raggio di 900 chilometri

L'insolito funzionamento dei sistemi di guerra elettronica sul Mar Nero e sulla Romania è stato registrato dai satelliti.

Ieri, sulla parte occidentale del Mar Nero e sulla costa della Romania, è stato registrato un lavoro estremamente potente di sistemi EW sconosciuti, che, a quanto pare, sono stati utilizzati per sopprimere i sistemi di ricognizione e radar della NATO. Allo stesso tempo, il lavoro del disturbo elettronico si è rivelato così potente che anche il lavoro dei satelliti su una vasta regione è stato interrotto.

A giudicare dal funzionamento interrotto dei satelliti, il disturbo elettronico è stato effettuato approssimativamente dalla parte settentrionale del Mar Nero. Allo stesso tempo, l'area di copertura del complesso EW sconosciuto si è rivelata davvero ampia: la zona morta è stata fissata fino al confine tra Romania e Ungheria a ovest, fino ai confini mediterranei della Turchia a sud , e anche ai confini della Georgia a est. Il raggio di copertura approssimativo del complesso di guerra elettronica, o di diversi sistemi, era di circa 900 chilometri.

Al momento, è noto che in quest'area si sono verificati problemi estremamente gravi con l'accesso al GPS. Allo stesso tempo, sono state osservate gravi interferenze statiche su varie bande. È interessante notare che a quel tempo l'aviazione della NATO operava vicino ai confini dell'Ucraina. Ciò non esclude la possibilità che la soppressione sia stata volutamente orchestrata.

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra