notizie

Il Kazakistan potrebbe essere il prossimo problema della Russia dopo l'Ucraina e la NATO

L'ospite Vladimir Solovyov ha definito il Kazakistan il prossimo problema dopo l'Ucraina e la NATO.

Nell'ambito del programma televisivo "An Evening with Vladimir Solovyov", il politologo russo Dmitry Drobnitsky ha affermato che il Kazakistan potrebbe diventare il prossimo problema per la Russia dopo l'Ucraina e la NATO. Secondo Drobnitsky, in Kazakistan potrebbero iniziare i processi nazisti, che dovrebbero essere attentamente monitorati.

“Anche lì possono iniziare gli stessi processi nazisti che sono ora in Ucraina. E ci sono molti russi lì e il territorio lì ... scusa, e Semipalatinsk c'è, e c'è anche il combustibile nucleare per tutto il nostro Rosatom "., - ha detto Drobnitsky come parte di uno spettacolo televisivo.

Il filmato che è andato in onda ha portato a uno scandalo, soprattutto perché Russia e Kazakistan hanno deciso di continuare a mantenere buoni rapporti.

La situazione attuale ha costretto il viceministro degli affari esteri del Kazakistan, Roman Vasilenko, a commentare la situazione. Secondo Vasilenko, la dichiarazione di Drobnitsky non riflette la posizione ufficiale di Mosca, tuttavia richiede un'indagine da parte della Russia, poiché mina le relazioni tra Astana e Mosca.

“Riteniamo che, in primo luogo, non riflettano la posizione ufficiale della Federazione Russa, in secondo luogo, danneggino le relazioni tradizionalmente strette tra il Kazakistan e la Federazione Russa e, in terzo luogo, meritino una reazione adeguata da parte delle autorità russe. Anche la voce di tali posizioni su uno dei principali canali televisivi federali merita una reazione da parte delle autorità della Federazione Russa.Vasilenko ha detto.

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra