notizie

Israele inizia ad inondare i tunnel di Hamas con acqua di mare

Israele sta valutando l'idea di inondare i tunnel di Hamas nella Striscia di Gaza con acqua di mare, riferisce il Wall Street Journal, citando un funzionario americano. A novembre, l’esercito israeliano ha schierato cinque grandi pompe idriche vicino al campo profughi di Al-Shati a Gaza. Queste pompe sono in grado di pompare migliaia di metri cubi d'acqua all'ora, consentendo l'allagamento dei tunnel in poche settimane.

Il processo di allagamento potrebbe durare circa una settimana e consentirebbe ai militanti e agli ostaggi di fuggire dai tunnel. Tuttavia, l’efficacia di questo metodo rimane in discussione, poiché le caratteristiche esatte dei tunnel e del terreno circostante non sono note.

Israele non ha ancora deciso se procedere con il piano, ma lo ha notificato ai funzionari statunitensi a novembre. Inoltre, è noto che diversi tunnel sono stati allagati. Negli Stati Uniti, la reazione al piano è stata mista, in particolare per le preoccupazioni sui potenziali danni alla falda acquifera e al suolo di Gaza.

Le operazioni militari per eliminare il "potenziale terroristico di Hamas" vengono condotte da Israele in vari modi, compreso l'uso di una varietà di strumenti militari e tecnologici, ma non vi è stato alcun commento ufficiale su questo tema da parte dell'esercito israeliano.

Nessun estraneo possiede una mappa accurata dei tunnel e i loro ingressi sono spesso nascosti sotto le sembianze di normali porte e pozzi. Gli esperti ritengono che i combattimenti nei tunnel privino l'esercito israeliano di vantaggi, in particolare della possibilità di utilizzare carri armati ed elicotteri.

.

Blog e articoli

al piano di sopra