La petroliera è in fiamme

notizie

Israele ha attaccato una nave cisterna iraniana a soli 30 chilometri da una base navale russa in Siria


Nonostante la protezione della Russia, Israele ha nuovamente attaccato una petroliera iraniana.

Nonostante il fatto che i rappresentanti delle strutture militari israeliane abbiano precedentemente ammesso il fatto che le petroliere iraniane e le navi da carico secco, dirette in Siria, erano protette da navi da guerra russe, e secondo una serie di dati e l'aviazione militare, notando che l'IDF avrebbe fare i conti con la Russia, si è saputo di un nuovo attacco a una petroliera iraniana - l'attacco è avvenuto a soli 30 chilometri dalla base navale russa di Tartus.

In che modo esattamente l'attacco alla petroliera iraniana non era ancora noto - secondo una serie di ipotesi, ciò è stato fatto utilizzando un veicolo aereo senza pilota, tuttavia, Israele potrebbe effettuare un attacco solo dalla posizione della base navale russa, tuttavia, nessuna dichiarazione riguardante il rilevamento di droni vicino allo spazio aereo siriano non è stata riportata.

È interessante notare che una serie di organi di stampa smentiscono l'attacco alla petroliera iraniana in quanto tale, rilevando che l'incendio a bordo è stato causato da un malfunzionamento tecnico, tuttavia una situazione simile si è verificata durante l'ultimo attacco.

È noto che l'esercito russo pattuglia costantemente le vicinanze dello spazio marittimo vicino alla base navale russa di Tartus, il che non esclude la possibilità che Israele possa attaccare una petroliera iraniana con il coinvolgimento dei suoi sabotatori, visto che recentemente il pattugliamento di quest'area dall'esercito russo si è intensificato ...

Cablaggio difettoso, credo.

pagina

.
al piano di sopra