notizie

I caccia Su-30 hanno spaventato i cacciatorpediniere missilistici americani


I cacciatorpediniere americani avevano paura di avvicinarsi alle petroliere iraniane, temendo uno sciopero venezuelano.

La risolutezza dell'esercito venezuelano e i voli regolari dei caccia venezuelani Su-30, armati di missili anti-nave da crociera, nell'area di passaggio delle petroliere iraniane, costrinsero gli Stati Uniti ad abbandonare l'idea di avvicinarsi alle petroliere iraniane, rendendosi conto che qualsiasi provocazione non poteva finire in alcun modo a favore dell'esercito americano.

La quarta petroliera iraniana è entrata senza impedimenti nelle acque territoriali del Venezuela, non avendo incontrato alcuna provocazione dagli Stati Uniti, a causa del pattugliamento della zona da parte dei combattenti dell'Aeronautica Venezuelana e della presenza della nave da guerra della Marina venezuelana qui.

Per giustificare la loro inazione, Washington dichiarò di non aver nemmeno preso in considerazione la cattura di petroliere iraniane, il che, tuttavia, non è vero, poiché dopo la comparsa di informazioni sull'Iran che inviava petroliere in Venezuela, i media americani, citando fonti nel dipartimento della difesa del paese , ha annunciato la completa determinazione degli Stati Uniti a impedire l'approvvigionamento di petrolio in Venezuela, in particolare dalla Repubblica islamica.

"Vediamo che gli Stati hanno" spazzato via "francamente, rendendosi conto che è possibile guarire dal Venezuela e dall'Iran, che hanno anche minacciato misure di ritorsione statunitensi, ma già nelle acque del Golfo Persico, ed è abbastanza ovvio che non si starebbero da parte Russia e Cina, per le quali il Venezuela è l'alleato più importante in questa regione ”, - i voti degli esperti.

.
al piano di sopra