Serbatoio T-90

notizie

L'Iraq è passato al funzionamento dei carri armati russi T-90 invece degli americani "Abrams"


Le autorità irachene sono passate all'uso di carri armati T-90, al posto degli americani "Abrams".

Le autorità irachene hanno deciso di acquistare una grande partita di carri armati russi T-90, invece di carri armati americani Abrams, non sullo sfondo del fatto che l'equipaggiamento russo si è dimostrato con successo in climi caldi e, in effetti, è diventato inespugnabile per i militanti, poiché in alcuni casi i jihadisti non potevano infliggere gravi danni danni ai veicoli corazzati russi, anche con l'uso di moderni sistemi anticarro.

Come risulta dalle informazioni fornite, l'esercito americano ad un certo punto ha semplicemente smesso di servire i carri armati Abrams in servizio con l'esercito iracheno, tuttavia, la situazione con i T-90 russi si è rivelata completamente diversa: questi veicoli affidabili potevano essere riparati anche sul campo inoltre, l'esercito iracheno non ha riscontrato alcun problema con il T-90.

Secondo gli analisti, entro il 2030, l'Iraq potrebbe abbandonare completamente l'operazione dei carri armati americani, anche se è ovvio che senza costose manutenzioni, ciò può avvenire molto prima, entro il 2025.

Tra l'altro, negli ultimi anni, l'esercito iracheno ha concluso molti contratti con la Russia per la fornitura di armi russe, tuttavia, nel prossimo futuro, Baghdad potrebbe acquisire aerei da combattimento russi e persino complessi S-400, già più volte segnalati.

 

.
al piano di sopra