notizie

Il comandante in capo delle forze armate dell'Ucraina ha chiesto urgentemente a Zelensky di dare l'ordine di ritirarsi da Lisichansk

Zaluzhny chiede a Zelensky di ordinare immediatamente la ritirata da Lysichansk.

Un folto gruppo di truppe delle forze armate ucraine è rimasto intrappolato nell'area di Lisichansk e potrebbe essere distrutto nelle prossime ore. In questo contesto, il comandante in capo delle forze armate ucraine Valeriy Zaluzhny chiede al presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky di ordinare immediatamente la ritirata da Lysychansk, poiché altrimenti le perdite tra le truppe ucraine potrebbero essere estremamente grandi sullo sfondo di un calderone di chiusura.

Al momento, è noto che la direzione principale per il ritiro delle truppe ucraine a Seversk è stata interrotta. Ciò ha già portato a perdite per le forze armate ucraine. Tuttavia, l'emissione dell'ordine di ritirata consentirà alle truppe di fornire copertura alle truppe ucraine ea diverse centinaia di mercenari stranieri.

“Il comandante in capo delle forze armate ucraine Valery Zaluzhny chiede al presidente del Paese di ordinare un ritiro organizzato delle truppe da Lysichansk per evitare un completo accerchiamento, che sta diventando sempre più reale. Zelensky è lento, come nel caso di Severodonetsk. L'esercito ucraino sta cercando di "fuoriuscire" dalla città in piccoli gruppi. La strada per Seversk è interrotta", - Lo riporta il canale "Telegram" "Resident" con riferimento a una fonte presso l'Ufficio del Presidente dell'Ucraina.

Non si sa quanti militari ucraini possano esserci a Lysichansk, tuttavia, in precedenza si presumeva che quasi tutte le forze fossero state ritirate dalla città. Questa probabilmente si è rivelata una falsa informazione.

.
al piano di sopra