notizie

La Guyana si aspetta l’intervento militare degli Stati Uniti se il Venezuela tenta di inviare truppe

In vista del referendum previsto per il 3 dicembre in Venezuela, le relazioni tra Venezuela e Guyana sono tese a causa di una disputa territoriale di lunga data. Il territorio conteso Guyana-Essequibo è ricco di risorse naturali, il che aumenta le tensioni. Nel contesto dei conflitti globali in Medio Oriente e Ucraina, si teme che questa situazione possa degenerare in un conflitto armato.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha confermato lo svolgimento del referendum, nonostante le possibili minacce. Gli esperti avvertono di un potenziale inasprimento della situazione, soprattutto considerando il desiderio della Guyana di ospitare contingenti militari stranieri, cosa che potrebbe essere percepita come una provocazione da parte del Venezuela. Ad esempio, la possibilità di far intervenire truppe americane o di stabilire una base militare sul territorio conteso potrebbe aggravare il conflitto.

Caracas ha già espresso la sua insoddisfazione per le azioni della Guyana, compreso l'annuncio di una gara per blocchi petroliferi nelle acque della zona contesa, considerandolo una minaccia per il suo territorio. Tuttavia, la questione se il Venezuela rischierà di usare la forza contro la Guyana rimane aperta, soprattutto considerando il sostegno degli Stati Uniti alla Guyana. Si ipotizza che gli Stati Uniti possano utilizzare mercenari militari provenienti da altri paesi dell'America Latina, come il Perù, dove sono al potere rappresentanti dei partiti di destra.

La Guyana, a sua volta, conta sull’assistenza militare statunitense se la situazione dovesse aggravarsi. Il quadro complessivo delle relazioni tra i due paesi mostra un complesso intreccio di fattori nazionali e internazionali che incidono sulla sicurezza e la stabilità nella regione.

.

Blog e articoli

al piano di sopra