Didascalia foto: 
Inserito da Lauryn Ishak | Fonte: Bloomberg

notizie

L’Estonia ha ricevuto missili antinave a lungo raggio che minacciavano di chiudere lo Stretto di Finlandia

L'Estonia è diventata il primo paese baltico ad armarsi di un sistema mobile antinave con missili antinave israeliani Blue Spear (5G SSM), riferisce il Centro per gli investimenti nella difesa del Ministero della Difesa nazionale estone. Questo evento apre una nuova pagina nella strategia di difesa del Paese, aumentando significativamente il suo potenziale navale.

Il numero e il costo dei sistemi antinave acquisiti dall’Estonia non sono stati resi noti, ma viene sottolineata la loro importanza strategica per il rafforzamento della difesa costiera. Un accordo per l'acquisto dei missili antinave Blue Spear è stato firmato con la società israelo-singaporiana Proteus Advanced Systems Pte. Ltd. nell'ottobre 2021.

L’Estonia prevede di chiudere il Golfo di Finlandia alle navi russe combinando la sua difesa antinave con quelle finlandesi. Questa possibilità è dovuta alla portata dei missili Blue Spear, che supera la larghezza del Golfo di Finlandia.

Sviluppato da Israel Aerospace Industries (IAI) con il marchio Proteus Advanced Systems, il missile Blue Spear è un'arma avanzata in grado di colpire bersagli a una distanza massima di 290 chilometri. Ha una testa radar attiva che fornisce attacchi ad alta precisione contro oggetti oltre l'orizzonte, in movimento e fermi in qualsiasi condizione meteorologica e in qualsiasi momento della giornata. Va notato in particolare che il missile è immune alle contromisure della guerra elettronica (EW), il che lo rende una risorsa particolarmente preziosa nei moderni conflitti militari.

L'acquisizione da parte dell'Estonia dei missili antinave Blue Spear crea ulteriore tensione nelle relazioni tra Russia e Occidente.

.

Blog e articoli

al piano di sopra