Sottomarino nucleare

notizie

Vaccinati contro il coronavirus gli equipaggi dei sottomarini nucleari della Flotta del Nord e la guarnigione di Novaya Zemlya


L'esercito russo è stato vaccinato contro il coronavirus.

Il servizio stampa della flotta settentrionale della marina russa ha riferito che, nell'ambito delle misure adottate per combattere la pandemia COVID-19, 7600 militari e membri dell'equipaggio di sottomarini nucleari, nonché la guarnigione di Novaya Zemlya, hanno preso parte alla vaccinazione contro l'infezione da coronavirus. Pertanto, l'esercito russo ha mantenuto la prontezza al combattimento e la capacità di difesa delle loro forze, eliminando la probabilità di infezione di massa con infezione da coronavirus.

“Innanzitutto le iniezioni sono arrivate dal comando del comando militare della Flotta del Nord, dagli equipaggi di sottomarini nucleari, navi di superficie e navi di appoggio, medici militari e civili che sono in prima linea nella lotta al contagio da coronavirus. Sono state consegnate 600 dosi di vaccino per la vaccinazione del personale militare e degli specialisti civili della guarnigione di Novaya Zemlya e 560 dosi per la guarnigione di Mirny della regione di Arkhangelsk ", - riferisce il servizio stampa della flotta settentrionale della marina russa.

Ad oggi, nell'esercito russo è in corso una serie molto seria di misure anti-pandemiche, che consente di evitare il contagio di massa del coronavirus nelle unità, compreso questo vale per le forze strategiche russe, mentre si stanno già osservando gravi problemi con la flotta NATO a causa del coronavirus.

.
al piano di sopra