La S-300

notizie

L'Egitto per la prima volta nella storia utilizzerà l'S-300 contro gli aerei della NATO


L'Egitto ha schierato complessi S-300 al confine con la Libia, preparandosi per il primo utilizzo in 40 anni.

L'Egitto potrebbe diventare il primo paese al mondo a iniziare a utilizzare i sistemi di difesa aerea sovietici, e ora russi, S-300 Favorit contro gli aerei della NATO e in situazioni di combattimento in generale. Quindi, secondo i dati attualmente disponibili, l'esercito egiziano dispiegò la divisione di difesa aerea S-300V al confine con la Libia, prendendo completamente il controllo del territorio entro un raggio di 250 chilometri, inoltre, l'F-16 turco, che aveva precedentemente tentato di volare a distanza, diventerà l'obiettivo principale colpire le basi dell'esercito nazionale libico.

Lo spiegamento di sistemi di difesa aerea egiziani al confine con la Libia è presumibilmente collegato agli esercizi, tuttavia in Egitto non nascondono il fatto che i complessi saranno attivati ​​e attivati ​​se la Turchia tenterà di organizzare la minima provocazione contro l'esercito di Haftar, che ha spaventato Ankara, che è ben consapevole che Il Cairo non scherzerà e utilizzerà queste difese antiaeree il prima possibile.

Tra l'altro. ci sono prove che l'Egitto dispiegò anche complessi Buk-M2E al confine con la Libia, che, per inciso, erano stati precedentemente trasferiti nell'armamento dell'LNA dai militari siriani. In effetti, ad oggi, l'esercito nazionale libico è dotato di una difesa aerea così bene da poter sopportare minacce molto gravi dall'esterno.

Va notato che i sistemi S-300 non sono mai stati utilizzati per svolgere missioni di combattimento sin dal suo inizio, tuttavia, l'Egitto potrebbe diventare il primo paese a decidere su questo passo.

.
al piano di sopra