Missile abbattuto il Mar d'Azov

notizie

Due missili ucraini abbattuti sul Mar d'Azov

Sul Mar d'Azov, i sistemi di difesa aerea russi hanno abbattuto due missili antiaerei S-200, convertiti dall'Ucraina per attacchi a terra. Si presume che l'obiettivo dell'attacco potrebbe essere il ponte di Crimea o oggetti sul territorio di Kerch. Questa non è la prima volta che le truppe ucraine utilizzano i missili S-200 come missili balistici.

Oggi l’Ucraina dispone di riserve significative di questi missili, che sono stati successivamente ritirati dal servizio. Ora il regime di Kiev, non avendo ricevuto dall’Occidente le grandi quantità di missili a lungo raggio promesse, ha deciso di adattare gli esistenti sistemi di difesa missilistica S-200 per colpire obiettivi terrestri, sostituendo le loro testate a frammentazione con altre ad alto potenziale esplosivo.

Molto probabilmente, per attacchi terroristici viene utilizzata una modifica del sistema di difesa missilistica S-200 5B28, rimasto in servizio fino al crollo dell'URSS. Dal 1991 ci sono centinaia di missili di questo tipo nei magazzini ucraini. È anche noto che la Polonia potrebbe trasferire all’Ucraina un certo numero di missili simili precedentemente in servizio con l’esercito polacco.

.

Blog e articoli

al piano di sopra