notizie

I droni hanno attaccato un deposito petrolifero in Crimea: 41 droni sono stati abbattuti

Questa mattina, verso le 5, c'è stato un tentativo di attacco con droni al deposito petrolifero della Marine Oil Terminal in Crimea. Secondo Baza, due veicoli aerei senza pilota (UAV) di tipo aeronautico sono stati abbattuti dalle forze del Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Il primo UAV fu distrutto in aria e solo i frammenti caddero sul territorio del deposito petrolifero. Il secondo drone è caduto a 70 metri da uno dei serbatoi del deposito petrolifero. Nessuno è rimasto ferito a seguito dell'incidente.

Il ministero della Difesa russo ha riferito che durante la mattinata 41 droni delle forze armate ucraine sono stati distrutti sul Mar d'Azov e in Crimea, forse uno degli attacchi di droni più massicci sferrati sulla penisola dall'inizio del conflitto.

"Il 5 dicembre di quest'anno, intorno alle 6.00 ora di Mosca, è stato fermato un altro tentativo da parte del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico da parte di un UAV di tipo aereo contro oggetti sul territorio della Federazione Russa. Sistemi di difesa aerea in servizio ha distrutto quattro veicoli aerei senza pilota ucraini e ne ha intercettati altri due sul Mar d’Azov”., - ha detto in una nota.

.

Blog e articoli

al piano di sopra