notizie

"Baza": nella regione di Bryansk è stato arrestato un membro del distretto militare settentrionale, che ha ammesso di aver sabotato la ferrovia

Nella regione di Bryansk, le forze dell'ordine hanno arrestato Nikolai, 21 anni, del villaggio di Klimovo, un partecipante a un'operazione militare speciale che ha ammesso di aver effettuato un sabotaggio sulla ferrovia. Il sabotatore è stato identificato grazie a una prova unica: una giacca invernale carbonizzata con maniche bruciate, scoperta dalla polizia durante le operazioni di perquisizione. Questi dati sono forniti dai giornalisti di Baza.

L'incidente è avvenuto il 25 febbraio, quando nel tratto tra le stazioni Chernets e Polpinskaya sono stati incendiati un armadio relè e una sottostazione di trasformazione. Il giorno successivo sono state organizzate operazioni di perquisizione su larga scala con la partecipazione di 12 gruppi di agenti di polizia, durante le quali sono state trovate prove.

È stato riferito che la squadra investigativa, dopo aver analizzato il DNA della giacca, ha rapidamente identificato il proprietario. Si è scoperto che Nikolai, che aveva già precedenti penali, ha firmato un contratto con il Ministero della Difesa russo nel maggio 2023 e si è unito al distaccamento Storm, dove ha prestato servizio fino a novembre dello stesso anno, dopo di che è stato graziato.

Secondo le informazioni ricevute da Nikolai, per aver commesso un sabotaggio gli è stato pagato un importo di 40mila rubli da sconosciuti. Si è saputo anche del progetto di un nuovo incendio doloso nell'area della stazione di Krasny Profintern, previsto per il 3 marzo. Nell'ambito delle indagini, è stato arrestato anche un adolescente di 16 anni, uno studente del Bryansk Transport College, che ha accompagnato Nikolai durante l'incarico.

.

Blog e articoli

al piano di sopra