notizie

L'Armenia ha smesso di far salire gli aerei russi a causa delle sanzioni imposte alle compagnie aeree russe

In Armenia, due aerei russi non sono stati ammessi nel Paese perché la loro licenza era scaduta.

Secondo il canale Baza Telegram, l'Armenia ha costretto due aerei russi diretti a Yerevan a fare marcia indietro. Come si è scoperto, mentre si preparava ad entrare nello spazio aereo dell'Armenia, si è scoperto che la licenza dell'aereo della compagnia aerea russa era scaduta e quindi l'aereo doveva atterrare all'aeroporto di Mineralnye Vody.

“Due aeroplani Aeroflot in volo da Mosca a Yerevan sono stati inviati a Mineralnye Vody. Il fatto è che diversi Airbus Aeroflot hanno scaduto la licenza per volare in Armenia. Secondo il database, si tratta dei voli SU 7072 e SU 1868, decollati questa sera da Sheremetyevo. Solo durante l'avvicinamento all'Armenia, i piloti dell'aereo hanno scoperto che la loro licenza era scaduta sui loro lati. Di conseguenza, entrambi i PIC hanno dovuto richiedere uno sbarco a Mineralnye Vody e atterrare lì invece che nella capitale dell'Armenia"., - riporta "Base".

Apparentemente, la licenza di volo è terminata a causa delle sanzioni imposte contro le compagnie aeree russe, tuttavia, il fatto che l'Armenia abbia sostenuto tali restrizioni è motivo di seria preoccupazione, soprattutto viste le relazioni alleate tra i due paesi.

Successivamente, un altro aereo è atterrato all'aeroporto Mineralnye Vody, che dispone di una licenza di volo, in relazione al quale i passeggeri sono stati comunque portati a Yerevan, sebbene con una serie di problemi per quest'ultima.

Al momento, non ci sono spiegazioni ufficiali per questo.

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra