notizie

I piloti americani restano a bocca aperta e sono stati quasi abbattuti al largo delle coste della Crimea


I piloti militari americani furono portati via da una provocazione vicino ai confini della Russia e furono quasi abbattuti.

Un'altra provocazione dell'Aeronautica americana vicino ai confini della Russia si è quasi conclusa con perdite per Washington. Come è diventato noto alla risorsa Avia.pro, gli aerei militari americani, continuando a effettuare voli di ricognizione vicino ai confini russi, si sono avvicinati troppo allo spazio aereo del paese ed erano già in vista dei sistemi di difesa aerea russi. La distanza si è rivelata così pericolosa che il lancio di missili su un aereo militare americano, il cui equipaggio ovviamente a bocca aperta, potrebbe essere effettuato entro 1-1,5 minuti.

È noto che all'ultimo momento l'aereo militare americano ha cambiato rotta e ha iniziato ad allontanarsi dai confini russi, tuttavia, le forze aerospaziali russe hanno deciso di dare agli americani una lezione istruttiva inviando combattenti Su-27 per intercettare aerei da ricognizione militari, che sono riusciti a volare fino al bordo americano e dimostrare il disponibile armamento, dimostrando così che ulteriori provocazioni sono piene di problemi molto grandi.

“I mezzi russi di controllo dello spazio aereo sulle acque neutre del Mar Nero hanno rilevato due obiettivi aerei che si avvicinano al confine di stato della Federazione Russa. Per intercettare gli obiettivi, un caccia Su-27 delle forze di difesa aerea del distretto militare meridionale è stato portato in aria ", - al riguardo, con riferimento al Ministero della Difesa della RF, rapporti Pubblicazione Sputnik.

Va notato che gli aerei statunitensi e della NATO appaiono vicino ai confini russi e alle installazioni militari sul territorio di altri paesi quasi ogni giorno.

.
al piano di sopra