notizie

Bombardieri americani B-52 colpiscono per la prima volta con munizioni JDAM a 400 chilometri dal confine russo nell'Artico

I bombardieri americani B-52 hanno elaborato attacchi nell'Artico, a soli 400 chilometri dal confine russo.

I bombardieri strategici americani B-52 arrivati ​​in Europa il giorno prima, alcuni dei quali potrebbero benissimo consegnare armi nucleari in Europa, hanno inscenato una seria provocazione vicino ai confini russi. Come si è scoperto, il pomeriggio precedente una coppia di bombardieri americani si era esercitata negli attacchi nella zona artica, a soli 400 chilometri dal confine con la Russia. Gli attacchi sono stati effettuati utilizzando munizioni JDAM.

Come è diventato noto, i bombardieri americani, che hanno effettuato un volo transatlantico, si sono immediatamente diretti nello spazio aereo svedese, dove hanno inflitto una serie di bombardamenti sul campo di addestramento di Vidsel utilizzando bombe ad aria GBU-31. Gli attacchi sono stati praticati nella zona artica, cosa molto insolita per l'aviazione americana.

“Giovedì, le forze armate svedesi hanno nuovamente condotto esercitazioni insieme alla task force americana sui bombardieri. Il caccia svedese Jas 39 Gripen ha scortato diversi B-52 Stratofortress nello spazio aereo svedese. Le forze di terra svedesi hanno quindi identificato obiettivi a terra presso il campo di addestramento di Vidsel, che sono stati colpiti dai B-52 con bombe aeree guidate. Per la prima volta da quando le forze armate svedesi hanno iniziato l'addestramento con una task force americana di bombardieri, sono state utilizzate munizioni vere"., secondo il Ministero della Difesa svedese.

Tuttavia, è noto che i bombardieri strategici americani non si sono avvicinati ai confini russi. la provocazione organizzata da quest'ultimo indica che la Russia continuerà a rafforzare le sue difese nelle direzioni occidentale e settentrionale.

.
al piano di sopra