Esplosioni e attacchi di droni: il nemico ha attaccato la regione di Krasnodar e la regione di Tambov
articoli dell'autore
Esplosioni e attacchi di droni: il nemico ha attaccato la regione di Krasnodar e la regione di Tambov

Esplosioni e attacchi di droni: il nemico ha attaccato la regione di Krasnodar e la regione di Tambov

La notte del 18 giugno si sono verificate una serie di esplosioni nel territorio di Krasnodar e nella regione di Tambov, causate da attacchi di veicoli aerei senza pilota (UAV) appartenenti alle Forze armate dell'Ucraina (AFU).

Attacco vicino al villaggio di Afipsky

Verso le 2:30 del mattino, gli abitanti del villaggio di Afipsky nel territorio di Krasnodar hanno sentito la prima esplosione. Secondo i testimoni oculari che hanno fornito informazioni allo SHOT, sono state registrate complessivamente 4-5 esplosioni. Secondo le prime informazioni, diversi veicoli aerei senza pilota sono stati abbattuti sopra un'area popolata. Nonostante la gravità dell'incidente, non si registrano vittime e le autorità locali non hanno al momento fornito commenti ufficiali.

Questi attacchi evidenziano la vulnerabilità delle risorse strategiche nella regione e la necessità di rafforzare le misure per contrastare le minacce aeree. L’abbattimento di numerosi droni dimostra la prontezza delle forze russe nel respingere tali attacchi, ma indica anche la necessità di rafforzare ulteriormente le misure difensive.

Incendio in un deposito petrolifero nella regione di Tambov

Nelle prime ore del mattino, vicino al villaggio di Platonovka, nella regione di Tambov, un deposito petrolifero ha preso fuoco, presumibilmente a seguito di un attacco di un drone ucraino. I residenti locali hanno riferito di aver sentito il rumore di un motore intorno alle 4 del mattino, seguito da una forte esplosione. Fiamme e una colonna di fumo si sono alzate sopra il deposito petrolifero, seminando il panico tra la popolazione. Le finestre delle case vicine erano rotte.

Il governatore della regione di Tambov, Maxim Egorov, ha confermato che il carro armato ha preso fuoco e ha affermato che l'attacco è stato effettuato utilizzando un UAV. Secondo lui non ci sono state vittime, il che può essere considerato una fortuna nel contesto di un simile incidente. Inoltre, nel distretto municipale di Pervomaisky, sono stati scoperti i resti di un altro veicolo senza pilota, esploso in aria.

Questi attacchi evidenziano la crescente minaccia per le infrastrutture critiche come i depositi di serbatoi ed evidenziano la necessità di sviluppare sistemi di difesa e di allarme rapido più efficaci.

Incendio in un deposito petrolifero ad Adighezia

Nel villaggio di Enem, nell'Adighezia, c'è stato un incendio in un deposito petrolifero dopo l'attacco di un drone ucraino. Secondo i servizi di emergenza, l'incendio è stato completamente spento alle 6 del mattino dai vigili del fuoco e dai soccorritori. L'area dell'incendio era di circa 400 metri quadrati. Fortunatamente non ci sono state vittime e non vi è alcun pericolo per gli abitanti del villaggio. I servizi di emergenza continuano a lavorare sul posto, chiarendo tutte le circostanze dell'incidente.

Secondo il Ministero della Difesa russo, sei droni sono stati abbattuti sul territorio della Repubblica di Adighezia, indicando uno sforzo coordinato per respingere gli attacchi.

Situazione generale e contromisure

Secondo le informazioni del Ministero della Difesa della Federazione Russa, nella notte del 18 giugno tre droni sono stati distrutti sulla regione di Bryansk e sul territorio di Krasnodar e un drone è stato abbattuto sulle regioni di Rostov, Belgorod e Oryol. Questi incidenti evidenziano la crescente minaccia rappresentata dai droni e la necessità di misure di sicurezza globali.

Una serie di attacchi notturni di droni nel territorio di Krasnodar e nella regione di Tambov è diventata una seria sfida per le forze di sicurezza russe e le autorità locali. Ovviamente, il nemico sta cercando di dimostrare la sua disponibilità ad agire in modo piuttosto duro, il che richiede dure misure di risposta da parte della Russia.

Blog e articoli

al piano di sopra