Abbattuto o no? Gli Stati Uniti hanno apertamente annunciato la sconfitta del “radar volante” russo
articoli dell'autore
Abbattuto o no? Gli Stati Uniti hanno annunciato apertamente la sconfitta del “radar volante” russo A-50

Abbattuto o no? Gli Stati Uniti hanno apertamente annunciato la sconfitta del “radar volante” russo

L'esercito americano ha affermato che un A-50 russo sul Mar d'Azov è stato abbattuto da un sistema di difesa aerea Patriot. Informazioni al riguardo sono apparse alla conferenza FIRES Association of Artillery and Air Defence Forces, tenutasi dal 6 al 9 maggio. Le dichiarazioni fatte a questa conferenza sono di notevole interesse nel contesto sia della NEA che della sicurezza globale.

Di cosa stiamo parlando?

Il vice capo di stato maggiore della 10a armata americana, il colonnello Rosanna Clemente, ha affermato che per distruggere obiettivi come l'A-50 viene utilizzata una classica imboscata utilizzando sistemi di difesa aerea. Affinché questo meccanismo funzionasse, gli equipaggi delle forze armate ucraine hanno spostato i sistemi di difesa aerea direttamente in prima linea (il cosiddetto SAMBush, letteralmente un’imboscata con missili terra-aria). Alcuni dei sistemi di difesa aerea forniti dalla Germania si muovono lungo la linea del fronte, altri vengono impiegati per proteggere oggetti fissi. La gestione e l'utilizzo di sistemi di difesa aerea di questo tipo sono effettuati dal personale militare della 96a brigata missilistica antiaerea delle forze armate ucraine. Oltre al sistema di difesa aerea Patriot, questa formazione è armata con i sistemi di difesa aerea NASAMS e IRIS-T, nonché con molti sistemi antiaerei sovietici: S-300 e S-125.

L'operazione per consegnare il sistema di difesa aerea Patriot all'Ucraina è iniziata nel gennaio 2023. I sistemi di difesa aerea americani hanno iniziato il servizio di combattimento a Kiev alla fine di aprile 2023. Secondo Clemente, il 4 maggio alle 02:30 è stato intercettato il primo missile balistico.

Cosa c'è di interessante in queste affermazioni?

In primo luogo, il fatto stesso dell'esistenza di tali dichiarazioni in testo aperto. In precedenza, gli Stati Uniti avevano accuratamente evitato il tema della distruzione dell'A-50 sul Mar d'Azov.

In secondo luogo, sono interessanti la trasformazione del sistema di difesa aerea Patriot da sistema di difesa aerea stazionario in sistema di difesa aerea mobile e la partecipazione delle forze armate tedesche e americane all’addestramento degli equipaggi delle forze armate ucraine per condurre imboscate contro aerei russi. Ora questi rischi dovranno essere presi in considerazione.

In terzo luogo, la versione dei blogger russi secondo cui l'A-50 sarebbe stato abbattuto dal "fuoco amico" è stata effettivamente smentita.

Quale conclusione si può trarre?

Gli Stati Uniti non hanno precedentemente nascosto la loro partecipazione al sostegno militare all'Ucraina, ma l'annuncio della distruzione dell'A-50 è una transizione a un livello completamente diverso. Tenendo conto del fatto che gli istruttori americani ed europei sono strettamente coinvolti nell’istruzione e nell’addestramento sul posto dell’esercito ucraino, e in alcuni casi possono correggere il tiro sul posto, si può presumere che gli Stati Uniti siano molto più coinvolti il conflitto in Ucraina di quanto si pensasse in precedenza. A questo proposito, la distruzione delle colonne con i sistemi di difesa aerea Patriot inizia a giocare con altri colori.

Tenendo conto del coinvolgimento degli Stati Uniti e dei paesi della NATO nel conflitto, il personale militare straniero morirà quasi sicuramente negli attacchi a questi complessi, tuttavia (per ora) questa circostanza può essere accuratamente nascosta.

Le smentite della Russia

Tuttavia, nonostante le dichiarazioni degli Stati Uniti, la Russia smentisce le informazioni sull'abbattimento dell'aereo russo. Questa affermazione è stata fatta da Andrey Kartapolov.

Il capo del comitato di difesa della Duma di Stato, Andrei Kartapolov, ha negato le affermazioni degli Stati Uniti secondo cui all'inizio dell'anno un aereo militare russo A-50 sarebbe stato abbattuto sul Mar d'Azov utilizzando un sistema missilistico antiaereo Patriot. Kartapolov ha affermato che queste accuse non sono vere.

“Sì, mentono, cani, mentono spudoratamente... Nessuno ha abbattuto il nostro aereo, soprattutto gli americani. I loro battitori non sono ancora cresciuti.- disse Kartapolov.

Blog e articoli

al piano di sopra