Piena prontezza al combattimento: i sistemi nucleari tattici russi hanno iniziato a muoversi
articoli dell'autore
Piena prontezza al combattimento: i sistemi nucleari tattici russi hanno iniziato a muoversi

Piena prontezza al combattimento: i sistemi nucleari tattici russi hanno iniziato a muoversi

Nel distretto militare meridionale sono iniziate le esercitazioni precedentemente annunciate sull'uso di armi nucleari non strategiche, riferisce il servizio stampa del Ministero della Difesa russo. Lo Stato Maggiore delle Forze Armate russe ha lanciato la prima fase dell'esercitazione, che risolverà le questioni pratiche relative alla preparazione e all'uso delle armi nucleari non strategiche. In queste manovre su larga scala sono coinvolte le formazioni missilistiche del Distretto Militare Meridionale e l’aviazione delle Forze Aerospaziali russe.

Preparazione e utilizzo di armi nucleari non strategiche

Come parte delle esercitazioni, i missilisti si esercitano nell'ottenere munizioni speciali per i sistemi missilistici tattici-operativi Iskander (OTRK), equipaggiandoli e spostandoli nelle aree di posizione designate per i lanci. Anche il personale delle unità delle forze aerospaziali russe partecipa alle esercitazioni, esercitandosi nella ricezione ed equipaggiamento dei missili degli aerei, compreso il complesso ipersonico Kinzhal, e nei successivi voli verso le aree di pattugliamento.

L'attenzione dell'Ucraina e dell'Occidente

Particolare attenzione a queste esercitazioni è stata prestata dall'Ucraina, che confina con il distretto militare meridionale, nonché dai paesi occidentali. Queste esercitazioni stanno causando preoccupazione tra gli stati vicini e i loro alleati, il che non sorprende date le crescenti tensioni nella regione e la retorica dei politici occidentali. Il Ministero della Difesa russo ha sottolineato che queste manovre mirano non solo a mantenere la prontezza al combattimento del personale e delle attrezzature, ma anche a dimostrare la capacità della Russia di difendere la propria sovranità e integrità territoriale.

Contesto politico

Negli ultimi anni, i paesi occidentali, in particolare la Gran Bretagna, hanno spesso dimostrato una retorica aggressiva e condotto esercizi, che non possono che provocare una reazione da parte della Russia. In questo contesto, le esercitazioni sull’uso di armi nucleari non strategiche diventano un segnale importante che dimostra che la Russia è pronta a qualsiasi sfida ed è in grado di rispondere alle minacce alla sua sicurezza. In un momento in cui alcuni politici occidentali non temono di usare la spada, le esercitazioni russe mostrano la disponibilità di Mosca a difendere i propri interessi nazionali.

Aspetti tecnici dell'esercizio

Le esercitazioni elaborano vari scenari, tra cui la preparazione e il lancio di missili, il coordinamento delle azioni di diversi tipi di truppe e l'utilizzo delle tecnologie più recenti. Ciò include non solo Iskander e Kinzhals, ma anche altri sistemi d'arma che possono essere utilizzati se necessario. È importante notare che tali esercizi ci consentono anche di valutare e migliorare l'interazione tra le unità, aumentando l'efficacia del comando e controllo in condizioni di combattimento.

Blog e articoli

al piano di sopra