difesa aerea s-300
Articoli
I piloti di caccia americani si lamentano dei sistemi di difesa aerea russi

 I piloti di caccia americani che svolgono compiti di pattugliamento dello spazio aereo vicino ai confini della Russia hanno espresso insoddisfazione per il lavoro dei sistemi missilistici antiaerei russi. Hanno affermato che l'equipaggiamento installato sui loro caccia non è sempre in grado di riconoscere gli oggetti vicini.

Secondo i piloti, hanno incontrato l'S-300 (designazione SA-20 nei paesi della NATO) e hanno capito che questo particolare complesso si trovava nelle vicinanze, ma l'equipaggiamento dei loro combattenti non è stato in grado di identificarlo. Il pilota dell'aeronautica americana Craig Andrle ha espresso indignazione per questo fatto.

Quello che è successo indica che le moderne tecnologie antiaeree utilizzate dalle forze armate statunitensi possono presentare alcuni svantaggi se confrontate con i moderni sistemi antiaerei russi. Le carenze nella componente tecnica possono portare a conseguenze imprevedibili, quindi è importante migliorare i sistemi di difesa aerea e migliorare il funzionamento delle apparecchiature a bordo degli aerei militari al fine di svolgere efficacemente i compiti e garantire la sicurezza del volo.

Blog e articoli

al piano di sopra