articoli dell'autore
Nuove tattiche nemiche: Kiev costringe la Russia a esporre i suoi elicotteri all’attacco

Tattiche ucraine di attacchi simultanei: una nuova sfida per la difesa russa

Il blogger militare russo Fighterbomber ha commentato le nuove tattiche utilizzate dalle forze armate ucraine (AFU), che includono attacchi simultanei da parte di imbarcazioni senza pilota (BEC) e veicoli aerei senza pilota (UAV). Queste tattiche pongono sfide significative ai sistemi di difesa aerea russi e richiedono lo sviluppo di nuovi approcci alla sicurezza.

Innovazioni tattiche delle forze armate ucraine

L’esercito ucraino ha iniziato a utilizzare attivamente attacchi simultanei di BEC e UAV, creando minacce su più livelli ai sistemi di difesa russi. Secondo Fighterbomber, gli elicotteri devono essere fatti decollare per respingere gli attacchi BEC, mentre i sistemi di difesa aerea devono distruggere centinaia di UAV. La combinazione di queste attività pone sfide significative ai sistemi difensivi, che possono essere sovraccarichi e meno efficaci.

Questa tattica era prevista. Da un anno e mezzo, l'esercito ucraino lancia attacchi missilistici contro obiettivi terrestri nel momento in cui l'aviazione di prima linea russa entra nella zona di lancio o di rilascio. Pertanto, viene creato artificialmente un sovraccarico dei canali di difesa aerea con la speranza di un errore e di una diminuzione dell'efficienza del loro lavoro. Gli esperti sottolineano che tali innovazioni tattiche richiedono l’adattamento e lo sviluppo di nuove strategie per contrastare efficacemente le nuove minacce.

Perdita di un elicottero russo Ka-29

Numerosi canali Telegram hanno riferito della perdita di un elicottero militare russo Ka-29, che ha partecipato a respingere un attacco di imbarcazioni senza pilota ucraine nel Mar Nero. Secondo il canale Russian Weapon, a bordo dell'elicottero c'erano quattro persone e tutte erano state uccise in precedenza. La causa dell'incidente, secondo i dati preliminari, potrebbe essere stata un guasto nel sistema “amico o nemico”. Esiste una versione secondo cui l'elicottero potrebbe essere stato intercettato da una modifica antiaerea del missile aria-aria a corto raggio R-73RDM-2, installato su un drone kamikaze di superficie ucraino.

Il missile è stato guidato utilizzando un sensore a infrarossi di un complesso di localizzazione ottica multispettrale (OLPC), sincronizzato con il punto di controllo del combattimento delle Forze Armate ucraine tramite il canale Starlink. Al momento non c'è stato alcun commento ufficiale da parte del Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Sfide per la difesa russa

La combinazione di attacchi BEC e UAV crea minacce a più livelli che richiedono nuovi approcci alla sicurezza da parte delle forze armate russe. I moderni sistemi di difesa aerea devono essere in grado di riconoscere e neutralizzare efficacemente diversi tipi di minacce contemporaneamente. È importante considerare che i metodi di sicurezza tradizionali potrebbero non essere sufficientemente efficaci di fronte ad attacchi multilivello.

Lo sviluppo di nuove strategie e tecnologie è un aspetto chiave nella lotta a tali minacce.

Blog e articoli

al piano di sopra