volo incidente 870. Itavia DC-9 1980 in città
Articoli
volo incidente 870. Itavia DC-9 1980 in città

volo incidente 870. Itavia DC-9 1980 in città 

 

            27 giugno 1980 dell'anno. Nei raggi del sole al tramonto, il volo Itavia 870 volava a un'altitudine di metri 8700 sopra il Mar Mediterraneo. Il capitano Domenic Kukatti e il co-pilota Enzo Fontana li hanno guidati con calma DC-9. E 'stata una semplice, breve volo. A bordo si trovavano 77 passeggeri. Volo da Bologna a Palermo, ha dovuto prendere una mezz'ora.

 

            Già a metà strada i piloti hanno affrontato un problema. Non ci sono stati segnali dai beacon di navigazione, che di solito portano l'aereo alla sua destinazione. Senza i fari, i piloti avevano bisogno di istruzioni dal controller, quindi li hanno contattati. Il personale di terra ha respinto leggermente il volo 870 dal corso normale. L'aereo cominciò a girare e, inaspettatamente, entrò in una zona di turbolenza.

 

Expert: grave turbolenza è simile alla strada, dove un sacco di fori. Ma gli aerei sono spesso di fronte ad esso in vari gradi. Non c'è da stupirsi.

 

Itavia DC-9

Itavia DC-9

 

            I piloti speravano che la bassa quota avrebbe fornito ai passeggeri un volo più calmo. Quando scesero un po 'più in basso, l'irregolarità scomparve. C'era un'altra buona notizia: guadagnato i beacon di navigazione di Palermo. L'equipaggio ha ringraziato i commissari per il loro aiuto e ha concluso la conversazione. Successivamente, è stata prevista comunicazione poco prima dello sbarco dell'aeromobile.

 

            Pochi secondi dopo questo volo 870 «Itavia» è crollato e sono scomparsi dal radar! Direttore ha cercato di contattare il piano, ma senza alcun risultato. Aereo di linea è caduto nel Mar Mediterraneo.

 

Giudice: Per il manager è al di là della realtà. Lui non riesce a credere ciò che vede. Tali casi sono molto rari.

 

            Al mattino, le squadre di ricerca e soccorso dell'Italia investigarono a fondo le acque del Mar Mediterraneo nella zona dove si trovava l'ultima connessione con l'aereo. Incontro e parenti hanno detto che il volo era sparito e nessuno sa cosa gli sia successo. Presto, i motori di ricerca hanno confermato i peggiori timori. L'aereo cadde e non c'erano tracce di sopravvissuti. A bordo c'era un uomo 81. Sono tutti morti.

 

            Le notizie del crash del volo 870 hanno entusiasmato il mondo intero. Il fatto che l'aereo moderno cadesse dal cielo ha quindi sfidato improvvisamente la spiegazione. Questo evento è stato coperto dal famoso giornalista Andrea Turgatory.

 

Giornalista: In 1980 anno ho lavorato nel quotidiano più autorevole d'Italia.

 

            La notte del disastro, ha ricevuto una telefonata stupefacente.

 

Giornalista: ho ricevuto una chiamata da un manager a Roma. Ha detto che non poteva parlare a lungo. Ma ha detto che non potevo credere a quello che dicono gli investigatori sul caso. Manager ha detto che in realtà l'aereo è stato colpito da un razzo.

 

870 incidente di volo

 

            Sorprendentemente, il dispatcher ha affermato che l'aereo è stato preso nel fuoco incrociato durante una battaglia aerea tra le forze armate della NATO e della Libia.

 

Giornalista: Nella regione del Mediterraneo situazione di tensione. Era quasi una guerra.

 

            In effetti, in 1980, la regione del Mediterraneo era un punto caldo. Solo il mare separava l'Italia dalla Libia, il paese fuorilegge. Uno scontro politico tra Libia e Occidente potrebbe portare alla morte del volo 870 e dei suoi passeggeri?

 

            Andrea Turgatori credeva di essere sul punto di svelare il segreto di questo incidente, tuttavia, ci sono voluti più di 30 anni per chiarire tutte le circostanze dell'incidente. Due giorni dopo la tragedia, il giornalista ha scritto un articolo sulla prima pagina di un giornale che ha scioccato tutta l'Italia.

 

Giornalista: Sono stato il primo che ha detto che c'era la possibilità di colpire i missili in volo.

 

            Propose la versione che i combattenti francesi erano impegnati in una battaglia aerea con aerei libici. E, forse, l'aereo libico si nascondeva dietro il DC-9. Il governo italiano ha ignorato i resoconti dei media sul razzo che ha abbattuto un volo 870 e ha lanciato un'indagine ufficiale sull'incidente. L'Aeronautica militare italiana tenne una conferenza stampa in cui dissero che la teoria del giornalista era scorretta.

 

            Sul sito della tragedia ha lavorato gruppi di ricerca. La maggior parte dei relitti giaceva sul fondo del mare, e quindi gli investigatori avevano poche informazioni.

 

Esperto: I primi investigatori non ha avuto un sacco di informazioni. C'era molto poco detriti.

 

            A questo proposito, si sono rivolti agli speditori che erano in servizio la notte della tragedia. Sfortunatamente, i controllori non avevano idea di cosa sarebbe potuto succedere. Inoltre non hanno notato alcun segno di preoccupazione per l'equipaggio. I piloti non si sono nemmeno messi in contatto per segnalare l'incidente. È successo tutto molto velocemente.

 

            Una collisione nell'aria potrebbe spiegare la situazione. Inoltre, i controllori non potevano rotolare con precisione, indipendentemente dal fatto che esistessero o meno altri aerei vicino al volo 870. Il loro radar adattato agli aerei di linea avrebbe potuto trascurare gli aerei più piccoli. Alcune prove erano necessarie Gli investigatori non avevano prove del fatto che l'aereo avesse colpito un missile. Ma non potevano dimostrare il contrario.

 

Esperto: I ricercatori hanno anche leggere i giornali, hanno scritto che DC-9 E 'stato abbattuto. Mantenere l'imparzialità è stato difficile.

 

DC-9 è stato abbattuto

 

            La commissione iniziò investigando su altri incidenti con velivoli di questo tipo. C'era anche una ricerca di indizi nella storia del funzionamento dell'aeromobile. Gli investigatori hanno appreso che negli ultimi anni 10 su altri DC-9 si è già verificata una rottura. Se gli aerei dell'Itavia crollarono a causa di affaticamento del metallo o di difetti di progettazione, migliaia di vite erano in pericolo. Sfortunatamente, tutti questi studi non hanno gettato luce sulle cause dell'incidente. In ogni situazione di emergenza, i piloti hanno ricevuto un avvertimento e hanno avuto la possibilità di atterrare in sicurezza.

 

            Successivamente, gli esperti hanno proceduto a studiare i frammenti trovati che non affondavano. Gli investigatori hanno accuratamente etichettato la posizione di ogni oggetto. Se il DC-9 cadesse nell'acqua intera, sarebbe collassato da un colpo. In questo caso, il relitto sarebbe concentrato in una piccola area. Ma se cadesse a pezzi nell'aria, allora il relitto dovrebbe essere sparpagliato su una vasta area. Pezzi del velivolo sono stati trovati su un'area di oltre 200 chilometri quadrati. Questa è una scoperta molto importante. L'aereo è caduto a pezzi nel cielo.

            I tentativi di dimostrare che c'era una collisione nel cielo non hanno portato a nulla. La versione a razzo stava diventando sempre più plausibile. Per chiarire, i ricercatori hanno iniziato un'analisi approfondita dei dati radar. Hanno cercato l'aiuto di esperti del National Transport Safety Committee (NTSB). Ad un certo punto dello studio, gli esperti sono stati in grado di vedere più della sega del dispatcher la notte dello schianto. Non c'erano segni di una collisione nell'aria. Tuttavia, hanno notato tre segnali radar non identificati a ovest del volo 870. Un esperto del NTSB arrivò a una conclusione spaventosa: avrebbe potuto benissimo essere un combattente. Un oggetto non identificato proveniva da ovest, ei piloti dell'aereo non potevano notarlo.

 

Investigatore NTSB: Questo oggetto non identificato è venuto fuori del sole. Questo è un pilota da caccia tecnica standard. Ho detto a colleghi italiani che DC-9 probabilmente sparato da un altro velivolo.

 

            Tre settimane dopo, sono emerse nuove circostanze. Il relitto di un jet da combattimento libico è stato trovato tra le montagne d'Italia. Questo fatto ha rafforzato la versione a razzo. Gli investigatori avevano solo prove indiziarie di un attacco missilistico, ma in generale molti lo davano per scontato. Pochi giorni dopo, una scheggia di metallo è stata trovata nel corpo di uno dei passeggeri dell'aereo. Gli investigatori dovevano scoprire da dove veniva. Per fare questo, sono andati a Washington.

 

Investigatore NTSB: Metallo Shard era la dimensione del manico, leggermente curvo.

 

  DC-9 2 è stato abbattuto          Le caratteristiche del metallo suggerivano che il frammento fosse caduto nella cabina all'esterno. Dopo un po ', gli investigatori hanno scoperto che il frammento faceva parte del design del telaio. Questa è stata un'ulteriore prova che un razzo ha colpito l'aereo.

 

            Inoltre, gli esperti hanno inviato i detriti al laboratorio per l'analisi. Erano interessati a sapere se c'erano resti di esplosivi su di loro. Il risultato è stato positivo. C'è stata un'esplosione. Ma questo non ha dimostrato che l'aereo è stato colpito da un razzo. TNT potrebbe essere nella bomba.

 

            Dopo 5 settimane dopo l'incidente, si è verificata un'altra tragedia. Alla stazione ferroviaria di Bologna esplose una bomba. Ha ucciso persone 85. L'incidente è stato accusato dai terroristi. Pertanto, è stato ipotizzato che avrebbero potuto far saltare in aria il volo 870. La Commissione è in un vicolo cieco. Avevano prove indirette di un colpo di razzo e un'esplosione di una bomba. Ma non potevano dirlo con certezza.

 

Giornalista: Commissione del Ministero dei Trasporti ha lavorato 2 anni. Infine, hanno dichiarato che l'incidente è stato causato dall'esplosione. Ma non potevano dire se si è verificato al di fuori o dentro l'aereo.

 

            Tale conclusione ha causato indignazione pubblica. Nessuno voleva che l'indagine finisse. La pressione ha avuto effetto. Dopo 5 anni dopo la prima inchiesta inconcludente, il governo italiano ha accettato di iniziarne uno nuovo.

 

            A maggio, 1987, come risultato di un'operazione di ricerca, è stato in grado di rilevare un registratore vocale. Era un indizio molto importante. Ascoltando la registrazione, gli esperti hanno sentito come, prima della pausa nella registrazione, il capitano ha detto: "Guarda!". Forse stava parlando del razzo in avvicinamento?

 

Esperto: E 'stato un altro tentativo. Forse il capitano ha detto secondo pilota sul razzo. Ma forse solo indicò qualche dispositivo. Ad esempio l'indicatore di assetto. Potrebbe essere sbagliato.

 

            Durante l'operazione, centinaia di detriti sono stati sollevati dal fondo del mare. Sono stati raccolti in un hangar vicino Roma. A poco a poco i contorni dell'aereo cominciarono ad emergere. Gli esperti hanno dovuto mettere insieme un puzzle. Dopo un po ', gli investigatori hanno trovato il relitto, che aveva dei buchi. I loro bordi erano concavi verso l'interno piuttosto che verso l'esterno. Ciò ha confermato la versione del razzo. La tensione stava crescendo. La gente voleva sapere esattamente cosa è successo sull'aereo. 

 

            In 1989 è stato pubblicato un rapporto che dichiarava che l'esplosione era stata causata, presumibilmente da un razzo sparato da un altro velivolo. Sembra che il caso sia stato chiuso. Tuttavia, meno di un anno dopo, è successo qualcosa di incredibile. Due investigatori italiani hanno ritirato le loro scoperte che l'aereo è stato abbattuto da un razzo. Il governo italiano ha richiesto una terza indagine. La domanda avrebbe dovuto essere chiusa una volta per tutte. Per questo ha raccolto la commissione internazionale.

 

            Gli investigatori hanno immediatamente messo in imbarazzo il fatto che si è scoperto per raccogliere così pochi detriti. Presto è stata approvata una nuova operazione di ricerca. Utilizzando il programma per computer, gli investigatori hanno calcolato dove era necessario cercare i detriti e, presto, hanno avuto un altro 40% dell'aeromobile. La posizione dei detriti sul fondo potrebbe indicare quale di essi è caduto per primo. Hanno scoperto che l'esplosione era nella parte posteriore dell'aereo, e non nella parte anteriore, come si supponeva. L'aereo cadde a naso in giù. Questo ha spiegato dove nel corpo del passeggero c'erano frammenti. È successo mentre colpiva l'acqua.

 

            Quindi, gli investigatori si sono rivolti al radar e hanno stabilito che i punti che erano stati precedentemente presi per i combattenti potevano essere frammenti di DC-9, che si nutrivano dal cielo. L'inchiesta si è nuovamente arrestata. Ma presto lo studio del relitto della fusoliera eliminò la probabilità che un razzo colpisse la parte anteriore dell'aereo.

 

DC-9 è stato abbattuto

 

Esperto: Il più lontano siamo andati, più rafforza l'idea che la bomba è esplosa aereo. Probabilmente in un armadio nella parte posteriore dell'aereo.

 

            Per essere sicuri, hanno condotto un esperimento investigativo, durante il quale è stata riprodotta un'esplosione nella toilette DC-9. L'esplosione ha causato danni alle caratteristiche. Erano quasi identici a quelli nell'aereo caduto.

 

Esperto: Eravamo assolutamente certi che si trattava di una bomba e sapeva dove è stato piantato.

 

            È diventato chiaro che un'esplosione di una bomba ha portato alla separazione del pilone di uno dei motori, e quindi dell'intera sezione di coda dell'aereo. Dopo 10 secondi, l'aereo si staccò e cadde in mare. Era una conclusione basata su prove fisiche.

 

            Nonostante gli enormi sforzi degli investigatori, la maggior parte degli italiani crede ancora che il volo 870 abbia colpito un missile. Di conseguenza, la Corte suprema italiana ha ordinato al governo di pagare 100 milioni di dollari alle famiglie delle vittime. Inoltre, il governo italiano non ha nemmeno cercato di scoprire chi ha piazzato la bomba. A questo punto il caso è stato chiuso. 

 

Elenco di incidenti aerei

Avia.pro

al piano di sopra