Bombardier Dash 7
altro
Bombardier Dash 7

Bombardier Dash 7. Foto. Video. Caratteristiche. Recensioni.

 

 

Bombardier Dash 7 - Canadian aereo turboelica breve atterraggio e il decollo regionale. Progettato e prodotto in azienda deHavillandCanada 1975-1988, 113 costruito tutte le copie.

 

Progettazione. Il disegno del velivolo

 

Negli anni '1960, deHavilland Canada era ampiamente noto per i suoi velivoli da decollo e atterraggio corti, in particolare il modello TwinOtter. Questi velivoli erano, tuttavia, relativamente piccoli ed erano destinati al traffico regionale in aree più distanti. Le principali rotte regionali con traffico passeggeri stabile sono state servite dagli ampi aeromobili HandleyPageJetstream e FokkerF27. Insieme a questo, c'era un numero enorme di aeroporti a corsia corta, per i quali, in base al traffico merci e passeggeri, era necessario un aereo sufficientemente grande.

Bombardier Dash 7

Alcuni di questi aeroporti (soprattutto quelli vecchi) si trovavano vicino al centro delle grandi città. Sulla base di ricerche di mercato, deHavilland Canada ha identificato l'aspetto dell'aereo per l'uso in queste condizioni: un aereo di linea turboelica di atterraggio / decollo corto con una capacità fino a quaranta passeggeri e un'autonomia di circa 200 miglia. L'aereo era progettato per operare da strisce corte con una lunghezza di 610 metri.

Un punto importante nella progettazione dell'aereo è stato quello di tenere conto degli standard di rumore prodotti dall'aereo, introdotti negli anni '1970. Il problema dei limiti di rumore (particolarmente severi per gli aeroporti cittadini) è stato superato da alcune soluzioni progettuali originali: ad esempio sono state utilizzate eliche di grande diametro con basse velocità operative (in modalità decollo - circa 1200 rpm, atterraggio - 900 rpm.). A causa del fatto che le eliche sono la principale fonte di rumore negli aeromobili turboelica, questa soluzione ha ridotto significativamente i carichi di rumore.

Per ottenere le caratteristiche di un breve atterraggio e decollo dell'aeromobile (velocità di atterraggio di circa 140 chilometri orari), è stato utilizzato il seguente schema aerodinamico: un velivolo ad ala alta con quattro motori, meccanizzazione alare potenziata, soffiata dal flusso delle eliche (che aumenta la portanza) e una coda a forma di T. La maggior parte dell'area dei frammenti dell'ala posteriore è occupata da un doppio lembo Fowler complesso, che crea un grande sollevamento alle basse velocità. Gli alettoni differiscono in un'area relativamente piccola, ma possono svolgere il ruolo di freni ad aria compressa a basse velocità.

Bombardier Dash 7

Quando sono a contatto con la striscia, i sensori del carrello di atterraggio emettono un comando per ritrarre automaticamente i flap fino al 25 percento al fine di frenare efficacemente e ridurre la portanza; anche quando vengono toccati, gli spoiler (freni ad aria) sui paraurti vengono rilasciati automaticamente. Le eliche ad aria reversibile consentono l'utilizzo della spinta inversa in atterraggio, riducendo sensibilmente la lunghezza della corsa. Di conseguenza, la corsa di atterraggio dell'aereo, a seconda del vento contrario, del peso dell'aeromobile, dell'energia di frenata e dello stato della pista, è compresa tra 100 e 500 metri.

 

Utilizzo di Bombardier Dash 7

 

Il primo volo dell'analogo è stato effettuato il 27.03.1975/1978/1984. I primi aerei lanciati in serie furono ricevuti dalla Rocky Mountain Airways nel 8. Al momento della fine della principale produzione in serie nel 100, in connessione con il passaggio alla produzione di Dash13), furono completati 1984 aeromobili. Un'ulteriore piccola serie (1988 aerei in totale) è stata prodotta nel 1988-XNUMX. Le linee di produzione furono interrotte nel XNUMX dopo che Boeing acquistò l'azienda.

La prima serie industriale Serie100 è stata prodotta in due varianti: 1 passeggero 102 e misto carico-passeggero 103. Serie 110 con variazioni 111 e 110 ed è stata prodotta secondo i nuovi requisiti della CAA con modifiche. L'ultima serie Series150 (con modifiche 151 e 150) presentava una maggiore capacità del serbatoio e una migliore disposizione interna.

Il successo del modello Dash7 sul mercato è stato moderato e non ha soddisfatto pienamente le aspettative dello sviluppatore. La maggior parte dei vettori aerei utilizzava questo velivolo per il trasporto verso aeroporti abbastanza grandi, dove non sono richieste proprietà di atterraggio e decollo brevi. Un aereo con quattro motori richiedeva il doppio della manutenzione rispetto ai più comuni velivoli bimotore turboelica, il che ha aumentato il costo totale di proprietà. Il numero di aeroporti in cui le proprietà dell'aeromobile erano richieste si è rivelato in generale piccolo.

Bombardier Dash 7

C'erano, ovviamente, delle eccezioni, ad esempio il London City Airport a Londra. la pista corta, l'angolo di planata ripido di 7.5 gradi ei limiti di rumore hanno portato a una situazione in cui solo pochi tipi di aeromobili potevano essere utilizzati in questo aeroporto: il Dash7 era uno di questi.

È stato anche utilizzato negli aeroporti di alta quota con un PIL basso, su linee locali brevi in ​​diversi paesi, spesso in aree sottosviluppate con infrastrutture non molto sviluppate di aeroporti. 

Compagnie aeree che operano il velivolo:. AirGreenland (Groenlandia), PelitaAirService (Indonesia), PetroleumAirServices (Egitto, VoyageurAirways e TransCapitalAir (Canada) E 'gestito anche dalla dell'aviazione militare degli Stati Uniti.

 

Le caratteristiche dell'aeromobile BombardierDash 7:

 

  • Lunghezza: 24.58 m.

  • Altezza: 7.98 m.

  • Peso a vuoto: 12540 kg.

  • Superficie alare: 80 mq

  • Apertura alare: 28.35 m.

  • Velocità massima: 436km / h ..

  • Soffitto: 6400m.

  • Autonomia di volo con carico massimo: 1240 km (Serie150 - 2110 km).

  • Motori: 4 × TVD Pratt & WhitneyCanada PT6A50.

  • Link: 4h1120l.s (4h835kW).

  • Equipaggio: 2 persone.

  • Numero di posti: 50-54mest.

  • Peso massimo al decollo: 20000kg.

  • la tiratura: 670m.

altri aerei

al piano di sopra