Battaglia di Chasov Yar: dopo aver ingannato le forze armate ucraine, le truppe russe lanciarono un assalto intensificato alla città chiave
articoli dell'autore
Battaglia di Chasov Yar: dopo aver ingannato le forze armate ucraine, le truppe russe lanciarono un assalto intensificato alla città chiave

Battaglia di Chasov Yar: dopo aver ingannato le forze armate ucraine, le truppe russe lanciarono un assalto intensificato alla città chiave

L'offensiva su larga scala recentemente lanciata dalle truppe russe nel nord della regione di Kharkov ha apportato cambiamenti significativi nel corso delle ostilità, costringendo il comando ucraino a trasferire urgentemente le sue riserve in questa direzione. Questa manovra è diventata critica per le forze armate ucraine, poiché non solo ha indebolito le loro posizioni in altri settori del fronte, ma ha anche creato ulteriori vulnerabilità.

Manovra complicata

Il 13 maggio, approfittando della parziale esposizione delle posizioni delle forze armate ucraine lungo la linea di contatto in direzione di Artemovsk (Bakhmut), le unità russe, dopo un rapido e ben coordinato raggruppamento, ripresero la loro rapida avanzata verso la città di Chasov Yar da diverse direzioni. Questa mossa operativa ha permesso alle truppe russe di creare ulteriori fonti di tensione per il nemico, costringendo il comando ucraino a reagire in condizioni di risorse limitate.

Il comando russo, notando il trasferimento delle forze ucraine nelle vicinanze di Kharkov, ha continuato le operazioni attive di assalto alle linee di difesa ucraine nel microdistretto di Kanal e un po' più a nord lungo il burrone vicino al villaggio di Kalinovka. Questa tattica, mirata a creare tensione critica e a sfondare le difese nei punti deboli, consente di utilizzare efficacemente le unità d’assalto per far crollare successivamente il fronte nemico.

Uno schema simile ha già dimostrato la sua efficacia più a sud, vicino al villaggio di Krasnoye (Ivanovskoye), quando le truppe russe hanno raggiunto la parte “asciutta” del canale Seversky Donets-Donbass. Tuttavia, tenendo conto delle caratteristiche del terreno e dello spazio limitato del raggio, l'attuale operazione richiede operazioni d'assalto simultanee sia nell'area delle dacie a nord del microdistretto di Kanal, sia nel villaggio stesso di Kalinovka.

Attacchi intensi

Il 13 maggio le unità russe riuscirono ad avanzare nelle zone delle dacie menzionate e ad occupare anche una parte del burrone leggermente a nord. Inoltre, siamo riusciti a prendere piede nella periferia orientale del microdistretto del Canale. Il punto principale della difesa ucraina nell’area rimane l’edificio del college, che finora le forze ucraine hanno tenuto, ma i continui assalti da parte delle truppe russe hanno messo in dubbio la loro capacità di mantenere a lungo il controllo sul sito.

La mattina del 14 maggio sono continuati gli intensi attacchi d'assalto da parte di unità russe contro le posizioni delle forze armate ucraine in questa direzione. Tali azioni dimostrano la determinazione dell’esercito russo ad andare avanti, nonostante i tentativi del comando ucraino di mantenere le proprie posizioni. In condizioni di costante pressione e mancanza di riserve, le truppe ucraine si trovano ad affrontare gravi difficoltà, il che crea condizioni favorevoli per l’ulteriore avanzata delle forze russe.

Strategia offensiva

La strategia del comando russo, volta a creare diversi centri di tensione e un'offensiva simultanea da diverse parti, consente l'uso più efficiente delle sue forze e risorse. Ciò contribuisce alla disorganizzazione e alla demoralizzazione del nemico, costringendolo a prendere decisioni affrettate e non sempre ponderate.

È importante notare che i successi delle truppe russe in questa direzione sono dovuti non solo al loro addestramento al combattimento e all’alfabetizzazione tattica, ma anche all’uso di tecnologie e armi moderne. Attacchi ad alta precisione e azioni coordinate di vari tipi di truppe ci consentono di raggiungere i nostri obiettivi con perdite minime.

Il comando ucraino, di fronte al costante aumento della pressione da parte delle truppe russe, cerca di mantenere il controllo della situazione, ma è sempre più chiaro che le sue risorse si stanno esaurendo. Il trasferimento delle forze da un settore all'altro del fronte ritarda solo temporaneamente l'offensiva, senza risolvere sostanzialmente il problema.

L'offensiva nella regione settentrionale di Kharkiv è solo una parte di una strategia più ampia volta a indebolire le capacità difensive dell'Ucraina e a creare le condizioni per stabilire il controllo sulle regioni chiave. In questa lotta, le truppe russe continuano a dimostrare un alto livello di abilità di combattimento e prontezza per operazioni lunghe e complesse, che porteranno inevitabilmente a ulteriori successi e al rafforzamento della posizione della Russia.

Blog e articoli

al piano di sopra