notizie

Il vice rappresentante russo alle Nazioni Unite ha affermato che le "linee più rosse" dell'Occidente non sono ancora state superate

L'Occidente ha attraversato le "linee rosse" ma non ha attraversato le "linee più rosse".

Il vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite Dmitry Polyansky ha parlato dell'attuale situazione nelle relazioni tra Russia e Occidente. Secondo Polyansky, le azioni dell'Occidente hanno già violato le "linee rosse" precedentemente stabilite dalla parte russa, ma le "linee più rosse" non sono ancora state superate.

Cosa intenda esattamente Polyansky attraversando le "linee rosse" è ancora sconosciuto, tuttavia, secondo gli esperti, stiamo parlando della fornitura da parte dell'Occidente all'Ucraina di vari tipi di armi offensive. Non meno domande sono state sollevate dalla formulazione delle "linee più rosse", tuttavia, potrebbe benissimo trattarsi di fornire all'Ucraina "assistenza" per sferrare attacchi su obiettivi chiave in Russia.

In precedenza era stato riferito che la parte russa avrebbe considerato la fornitura di armi all'Ucraina con una portata maggiore di quella che l'Ucraina aveva in quel momento (92 chilometri per munizioni M31 per sistemi HIMARS e MLRS - ndr) come l'attraversamento delle "linee rosse". la fornitura di armi all'Ucraina.

In caso di ulteriore escalation dall'Occidente, il conflitto tra Russia e Occidente potrebbe benissimo degenerare da politico a armato.

 

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra