VCS della Russia in Siria

notizie

Il successo del VCS russo: la Siria ora e un anno fa


Gli specialisti hanno descritto come la Siria è cambiata nell'ultimo anno con il sostegno del VCS russo.

Nonostante il fatto che l'Occidente continui a rimproverare alla Russia di aver aiutato le forze del governo siriano e abbia ottenuto solo pochi successi nei suoi tre anni di presenza in Siria, gli analisti hanno deciso di raccontare come è cambiata la situazione in questo paese in appena un anno.

Come si può vedere sulla mappa presentata, esattamente un anno fa (12 giugno 2017 dell'anno - ndr) sotto il controllo dei terroristi del gruppo dello Stato islamico (ISIS, un gruppo terroristico ufficialmente bandito in Russia - ndr) era quasi un quarto del territorio dell'Arabia siriana Repubblica. Oltre ai terroristi, i militanti che si oppongono al governo di Bashar al-Assad in questo paese hanno creato seri problemi e, naturalmente, gli Stati Uniti d'America hanno regolarmente bombardato le truppe governative di questo paese.

Già 12 settembre 2017, grazie al supporto attivo della videoconferenza russa, l'influenza di terroristi e militanti è diminuita significativamente. Il fronte si spostò ai confini degli stati vicini e l'esercito di Bashar al-Assad iniziò gradualmente a liberare il territorio della Siria.

Entro la fine di 2017 dell'anno (31 di dicembre di 2017 dell'anno - circa Ed.), Il VKS russo ha bombardato a tutta velocità posizioni di militanti e terroristi, e quindi gravi provocazioni contro l'esercito russo, in particolare Russia e Siria erano uso di tipi di armi proibite (bombe a grappolo, bombe al fosforo, bombe con sostanze velenose, ecc.). Secondo gli analisti, uno scenario del genere si è chiaramente discostato dai piani della coalizione occidentale creata, in relazione alla quale è iniziata una campagna attiva contro la presenza della Russia in questo paese.

Tuttavia, 12 April 2018, le truppe del governo siriano, con il sostegno diretto dei servizi di sicurezza militari russi, hanno liberato quasi completamente i sobborghi di Damasco, detenuti da militanti e terroristi per diversi anni. Inoltre, la Russia ha semplicemente chiuso lo spazio aereo della Siria con i suoi sistemi di difesa aerea e ha inserito missili anti-aerei e complessi di armi "Pantsir-S" nell'arsenale della Repubblica Araba, che ha respinto efficacemente gli attacchi di Israele, Stati Uniti e la coalizione occidentale.

Secondo i dati di 12 June 2018, le truppe governative siriane controllano gran parte del territorio della Repubblica Araba, distruggendo rapidamente i terroristi di "IGIL" e militanti.

"Senza l'intervento dei servizi di sicurezza militari russi, è improbabile che la Siria sia esistita in una forma che un tempo conoscevamo. L'aereo da combattimento russo ha raso al suolo il nemico e continua a fornire a Bashar Assad tutta l'assistenza necessaria. È probabile che entro la fine dell'anno la Siria ripristinerà i suoi confini meridionali e eliminerà completamente i terroristi dello "Stato islamico" sul suo territorio ", - ha detto l'analista Avia.pro.

* Il colore rosso mostra il territorio detenuto dalle truppe del governo siriano

al piano di sopra