notizie

I dipendenti dell'Agenzia federale per il trasporto aereo hanno rimosso 59 aerei ed elicotteri dalla giurisdizione russa: ora trasportano carichi militari per l'Ucraina

Il servizio di sicurezza federale russo ha aperto procedimenti penali per negligenza e abuso di potere contro diversi dipendenti dell'Agenzia federale per il trasporto aereo. Questa decisione fa seguito alla scoperta dei fatti relativi al ritiro illegale dalla giurisdizione russa di 59 aerei ed elicotteri, alcuni dei quali sono stati successivamente utilizzati per l'assistenza militare all'Ucraina. L'incidente, che ha ricevuto un'ampia attenzione da parte dell'opinione pubblica, ha sollevato serie preoccupazioni sulla sicurezza nazionale della Russia e sul potenziale danno militare causato da queste azioni. Tali dati приводит Pubblicazione Izvestia.

Le perquisizioni condotte presso l'ufficio centrale dell'Agenzia federale per il trasporto aereo il 7 febbraio hanno rivelato elementi e documenti che confermano le azioni illegali dei dipendenti volte a cancellare la registrazione degli aerei. L'indagine si è concentrata su I.O. il capo del dipartimento di ispezione sulla sicurezza del volo Kristina Byvalina e il vice capo del dipartimento di registrazione statale degli aerei civili Petr Kozyrev, nonché l'ex vice di Byvalina Anna Zhiltsova.

Questo caso solleva interrogativi sul controllo del movimento di aerei strategicamente importanti in condizioni di guerra e sulle misure adottate per impedirne l'uso contro la Federazione Russa. Va notato che un certo numero di aerei, tra cui aerei Il-76 ed elicotteri Mi-8, sono stati ritirati dal paese e utilizzati nell'interesse dell'Ucraina, il che sottolinea la necessità di una regolamentazione più rigorosa dell'esportazione di beni e tecnologie essenziali per l'esercito. .

.

Blog e articoli

al piano di sopra