I prodotti di quarantena furono distrutti all'aeroporto di Kazan.

notizie

I prodotti di quarantena furono distrutti all'aeroporto di Kazan.


21 dicembre 2013. I dipendenti dell'aeroporto internazionale di Kazan hanno arrestato i passeggeri arrivati ​​dall'Azerbaigian e dal Tagikistan. Nel loro bagaglio sono stati scoperti prodotti che sono regolamentati nel territorio della Federazione Russa come in quarantena. Che tipo di prodotto è stato ritirato - non specificare.

Il peso totale del bagaglio sequestrato era di 63 kg. I dipendenti dell'ufficio di Rosselkhoznadzor hanno bruciato tutti i prodotti in speciali forni riciclati. Il processo di distruzione è stato seguito da specialisti del dipartimento. Gli uomini sono stati inviati alla stazione di polizia dell'aeroporto per chiarire le circostanze.

Sotto Stalin, questo sarebbe considerato come un danno, e punito, rispettivamente. Interessante, ma come-ora? Bene e arrivederci? Merda, amici dopo? Voglio che queste atrocità siano considerate come atrocità contro il popolo e punite secondo la legge.

pagina

al piano di sopra