notizie

La nuova provocazione della Turchia in Siria? I militanti "chiedono" alla Russia di bombardare le loro posizioni in Idlib


I militanti hanno lanciato un'altra provocazione contro la Russia in Siria.

Poche ore fa, i terroristi, attivamente sostenuti dalla Turchia da uno dei gruppi locali, hanno portato avanti un'altra provocazione diretta contro la Russia e la Siria. In senso figurato, i militanti chiedono alla Russia di bombardare le loro posizioni, rendendosi conto che quest'ultimo non può farlo perché ci sono alcuni accordi tra Mosca e la Turchia, inoltre, la provocazione è stata espressa attraverso l'indebolimento del prossimo cavalcavia sull'autostrada M4.

Secondo fonti, poche ore fa, nell'area della città di Jisr al-Shugur, è stato fatto saltare in aria un ponte sul quale avrebbe dovuto effettuare pattuglie, che i militanti consideravano riluttanti ad aderire a qualsiasi accordo per creare una zona di de-escalation a Idlib. Secondo altre fonti, il cavalcavia è stato distrutto con l'aiuto di attrezzature per l'edilizia, tuttavia, al momento, ciò significa che il passaggio attraverso quest'area è effettivamente bloccato e ci vorrà almeno una settimana per ripristinare il cavalcavia.

Ankara ufficiale non ha ancora commentato la provocazione dei terroristi, tuttavia, gli esperti affermano che la Russia non può insegnare ai militanti una lezione prima della fine dell'ultimatum precedentemente stabilito, le cui condizioni, ovviamente, non saranno soddisfatte né dai terroristi né dalla Turchia.

"Le azioni dei terroristi attraversano tutte le linee rosse esistenti". I militanti esortano letteralmente la Russia a colpire le sue posizioni, rendendosi conto che ciò violerà l'accordo tra Mosca e Ankara e ciò consentirà di lanciare un attacco alla posizione dell'ASA. La soluzione della situazione è molto difficile, ma è ovvio che la Russia non tollererà un simile atteggiamento e, come precedentemente ipotizzato, inizierà a colpire i jihadisti già dal prossimo mercoledì. ", - sottolinea l'analista.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra