notizie

Di notte, la Crimea è stata attaccata da 38 droni ucraini

Nella notte del 3 marzo, i sistemi di difesa aerea russi hanno respinto con successo un attacco su larga scala da parte di veicoli aerei senza pilota di tipo aereo lanciati verso la penisola di Crimea. Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, a seguito del vigile lavoro di difesa aerea, 38 UAV ucraini sono stati distrutti.

Al fine di garantire la sicurezza e ridurre al minimo i potenziali danni derivanti da un attacco di droni, sono state adottate misure restrittive temporanee, compresa la sospensione del traffico intorno a strutture strategicamente importanti. Nello specifico, il traffico sul ponte di Crimea che collega la penisola con il territorio di Krasnodar è stato temporaneamente interrotto. Sono state inoltre introdotte restrizioni al traffico sull'autostrada Tavrida in direzione di Kerch, nella zona della città di Feodosia, il che conferma la gravità della minaccia e l'entità delle azioni difensive intraprese.

Questi eventi si sono verificati sullo sfondo delle segnalazioni dei suoni delle esplosioni a Feodosia, che sono state registrate dai residenti verso le tre del mattino, e altre esplosioni sono seguite successivamente.

.

Blog e articoli

al piano di sopra