E non ci interessa! Le compagnie aeree russe non temono i disordini di Bangkok

notizie

E non ci interessa! Le compagnie aeree russe non temono i disordini di Bangkok


E non ci interessa!

I vettori russi non temono i disordini di Bangkok.

13 gennaio 2014. Mentre le compagnie aeree internazionali hanno già cancellato più di trenta voli per Bangkok a causa delle proteste di massa delle proteste dell'opposizione programmate per gennaio 13, le compagnie russe non hanno paura dei disordini e continuano a guidare la capitale della Thailandia. Ad esempio, nonostante le raccomandazioni del ministero degli Esteri ai cittadini russi di astenersi dal recarsi a Bangkok perché sono possibili collisioni "Aeroflot"E"Transaero"Non intendo cancellare i voli. Lo riferisce il quotidiano Izvestia.

L'opposizione che chiede la partenza di Yinglak Chinavat dalla carica di primo ministro promette di "bloccare" la capitale, a partire da gennaio 13. I manifestanti intendono bloccare il traffico su almeno venti autostrade principali a Bangkok. Il viaggio è consentito solo alle ambulanze e ai trasporti pubblici. I dimostranti intendono spegnere l'elettricità e negare alle strutture idriche pubbliche di bloccare il lavoro delle agenzie governative. È vero, le autorità tailandesi sostengono che saranno in grado di tenere sotto controllo questa situazione.

La situazione nella capitale al momento è calma,

dire la gente del posto.

"Non c'è panico in città - nessuno nei negozi compra cibo", osserva Mikhail Voitenko, direttore del Sea Bulletin. vivendo nella provincia di Bangkok - Sebbene l'opposizione abbia ancora abbastanza forza per paralizzare la vita della città,. Dopotutto, gli obiettivi degli attuali manifestanti coincidono con gli obiettivi delle "magliette gialle", che hanno protestato nell'anno 2006.

Quindi questo movimento conservatore di destra nazionalista è uscito in opposizione ai sostenitori dell'ex primo ministro Thaksin Shinawatra. Di conseguenza, hanno persino preso il potere sugli aeroporti internazionali per diversi giorni.

In questo momento, gli aeroporti di Bangkok hanno promesso di adottare misure speciali per prevenire il ripetersi della situazione. Secondo il direttore dell'aeroporto Suvarnabhumi Ravivan Netarakavesana tra i principali punti di interscambio, gli aeroporti metropolitani e le stazioni ferroviarie, da gennaio 13, ulteriori navette saranno deviazione verso le aree metropolitane. Il numero di parcheggi a Suvarnabhumi per le auto aumenterà di 3 a migliaia, e per i ciclomotori da 2 a 10 migliaia di ospiti della Tailandia saranno raggiunti da personale di lavoro appositamente addestrato che informerà la situazione nella capitale e le possibili opzioni per i viaggi senza impedimenti. Per coloro che viaggeranno per molto tempo, ci saranno dei servizi speciali. In generale, si raccomanda ai viaggiatori di andare all'aeroporto almeno quattro ore prima della partenza.

al piano di sopra