Terroristi eretti Siria

notizie

Sopra la base aerea "Khmeimim" 45 boez


Il Ministero della Difesa della Russia ha fatto una dichiarazione sensazionale.

Il rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa della Federazione Russa Igor Konashenkov ha rilasciato una dichiarazione sensazionale sugli attacchi dei combattenti "Jays al-Izza" sulla base aerea militare russa "Khmeimim". Secondo lui, nell'ultimo mese della base militare russa, i droni-kamikaze 45 sono stati distrutti.

Secondo una dichiarazione di Igor Konoshenkova, grazie alla difesa russa aria sopra la base aerea "Hmeymim" e dei suoi dintorni, nell'ultimo mese sono state distrutte 45 droni militanti, che è un record assoluto per gli attacchi contro militari russi, che si trovano sul territorio della Repubblica araba siriana .

"Lo scorso mese, i veicoli aerei senza equipaggio 45 equipaggiati con ordigni esplosivi improvvisati sono stati distrutti dalle strutture di difesa aerea della base o EW. Solo negli ultimi tre giorni sono stati abbattuti cinque droni ", - ha detto il rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Dovrebbe essere chiarito che prima i rappresentanti del gruppo "Jaish al-Izz" si sono assunti la responsabilità degli attacchi alla base russa, con la maggior parte degli attacchi provenienti dalla direzione nord-est, dove, molto probabilmente, è la produzione di droni kamikaze.

Per quanto riguarda i droni stessi, sono prodotti in condizioni artigianali, principalmente in plastica e compensato, essendo dotati di imbottiture elettroniche relativamente economiche.

"Esperti russi hanno analizzato gli UAV che sono stati distrutti o intercettati e hanno concluso che questi UAV fatti in casa sono assemblati secondo una chiara istruzione sviluppata da specialisti e, di conseguenza, l'operazione viene eseguita anche secondo le istruzioni", - ha detto Konashenkov.

Gli esperti hanno suggerito che tutti gli attacchi effettuati sulla base aerea militare russa "Hmeymim" effettuato direttamente con i pacchi degli Stati Uniti, con l'obiettivo principale degli attacchi è considerato per frenare l'aiuto militare russo da parte delle forze governative siriane.

al piano di sopra