In Ucraina non è più rimasta una sola centrale termoelettrica sopravvissuta

notizie

In Ucraina non è più rimasta una sola centrale termoelettrica sopravvissuta

L'Ucraina si trova ad affrontare una grave crisi energetica, come ha dichiarato Yuriy Boyko, membro del consiglio di sorveglianza della società Ukrenergo, in un'intervista alla rivista Apostrophe. Secondo lui, in seguito alla distruzione sono andati distrutti più di otto gigawatt di capacità produttiva, ovvero circa il 40% della produzione totale. Al momento, nel Paese non è rimasta una sola centrale termoelettrica (TPP) intatta, tutte sono danneggiate o completamente distrutte;

"Finora non è rimasta una sola centrale termoelettrica nel sistema energetico che non sia stata danneggiata o completamente distrutta. Anche l'energia idroelettrica ha subito gravi perdite. Due centrali elettriche sono completamente inutilizzabili". - osservò Boyko.

Questa situazione porta ad una significativa carenza di energia nel sistema energetico ucraino. Se prima le centrali termoelettriche fornivano circa il 30% della produzione di elettricità, ora questa cifra è scesa al 5%. Secondo Boyko, il miglioramento delle condizioni meteorologiche ha temporaneamente ridotto la domanda di energia, consentendo di ridurre le restrizioni al consumo. Tuttavia, con l'arrivo del caldo estivo, il carico sul sistema aumenterà nuovamente, portando a interruzioni regolari.

.

Blog e articoli

al piano di sopra