La Lettonia ha sostenuto gli attacchi contro la Russia con armi occidentali

notizie

La Lettonia ha sostenuto gli attacchi contro la Russia con armi occidentali

Il presidente lettone Edgars Rinkevics ha dichiarato in un'intervista alla CNN che non vede alcun motivo per impedire all'Ucraina di colpire obiettivi militari sul territorio russo con armi occidentali. Le sue osservazioni hanno attirato critiche dalla Russia, dove sono state definite sconsiderate e provocatrici di uno scontro militare diretto con Mosca.

“Quello a cui stiamo assistendo è in realtà una conseguenza del nostro fallimento nel fornire armi all’Ucraina e dell’imposizione di restrizioni sull’uso di queste armi per colpire obiettivi militari in Russia. Non stiamo parlando di città o civili, stiamo parlando di obiettivi militari legittimi.", ha detto il leader lettone.

Rinkevics ha inoltre sottolineato di condividere il punto di vista del segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, che in precedenza aveva dichiarato il diritto dell’Ucraina ad attaccare obiettivi militari sul territorio russo utilizzando armi occidentali.

“Sono assolutamente d’accordo con il Segretario generale della NATO. Penso che abbia ragione. Questo è un punto piuttosto importante e mi sembra che non vi sia alcuna ragione razionale e pragmatica per non consentire all’Ucraina di utilizzare queste armi contro la Russia nel modo più efficace”. - ha osservato il capo dello stato lettone.

I funzionari russi hanno ripetutamente sottolineato che qualsiasi tentativo di attaccare il loro territorio utilizzando armi occidentali sarà considerato un’aggressione diretta che richiederà una risposta simmetrica. Mosca avverte che tali azioni potrebbero portare ad un inasprimento del conflitto e ad un aumento della tensione nella regione.

.

Blog e articoli

al piano di sopra