PRO Cupola in ferro

notizie

Israele: la Russia ha annesso la Crimea e prenderemo Golan


Israele intende ottenere la sovranità sulle alture del Golan.

Israele crede che le alture del Golan possano essere completamente controllate nonostante la mancanza di un'adeguata approvazione da parte del Consiglio di sicurezza dell'ONU. Secondo gli esperti israeliani, quando la Crimea si unì alla composizione della Russia, non chiese e non cercò alcun permesso, e quindi. Israele può andare in un modo simile.

L'edizione israeliana di Israel Hayom, osserva che il capo del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, Sergey Lavrov, ha sottolineato che il trasferimento delle alture del Golan al controllo di Israele sarà possibile solo se questa posizione è approvata dal Consiglio di sicurezza dell'ONU, tuttavia, gli esperti sottolineano la situazione con la penisola di Crimea .

"L'adesione di territori di altri stati si è svolta in passato e senza l'autorizzazione del Consiglio di sicurezza dell'ONU. A volte un caso è stato risolto tra due parti - dare e ricevere territorio - come è successo durante il trasferimento dell'isola di Tiran dall'Egitto all'Arabia Saudita. Tuttavia, a volte si tratta di annessione unilaterale, come ha fatto la stessa Russia, catturando e appropriandosi della penisola ucraina della Crimea "- sottolinea l'edizione israeliana.

In effetti, Israele accusa la Russia per l'annessione illegale della penisola di Crimea, osservando che la parte russa sta perseguendo una politica di doppio standard, ma non aderisce ai diritti internazionali.

In precedenza è stato riferito che i militari siriani e russi potrebbero iniziare a abbattere gli aerei israeliani sulle alture del Golan, dal momento che questa regione non è il territorio dello stato ebraico.

E ti sei posto la domanda: perché diavolo dovremmo entrare nello smantellamento dei Persiani con gli ebrei? Che tipo di sacrifici sarebbero le nostre vittime se ci schierassimo definitivamente dal "nostro" alleato dell'Iran? Per esempio, quando si spalanca il sud (hanno già dimenticato come è avvenuta questa operazione senza una sanguinosa resa dei conti) - dalla nostra parte e dalla parte dei siriani e dello stesso - gli iraniani? Solo perché Putin fin dall'inizio della società siriana - è riuscito a scegliere tattiche molto corrette e ha condotto un dialogo con tutti, potremmo farlo con forze così piccole. Gli iraniani si sono dati il ​​compito di distruggere Israele e restituire i territori occupati ai palestinesi. Qui gli Arabi stessi della penisola araba, da lungo tempo, hanno sputato su di esso e hanno stabilito relazioni più o meno normali con Israele e stanno cercando di mettere i palestinesi al tavolo dei negoziati e scendere ai compromessi - per risolvere l'antica inimicizia e vivere in pace. Ma no - è apparso un tale egemone di fronte allo stato persiano, che, per dimostrare all'intero mondo islamico - chi è il vero musulmano - è pronto a confrontarsi con lo stato nucleare, distruggendo la sua nazione per il suo fanatismo e trascinando tutti i paesi circostanti in un conflitto nucleare! E noi, come idioti, dobbiamo promuoverlo? Ma pensa in anticipo per anni su 15-20 - quale sarà allora l'Iran ad avere i prossimi compiti più importanti per far avanzare la sua egemonia - ad esempio, nello spazio post-sovietico e in che modo saranno coerenti con gli interessi della Russia? Putin ha già cercato di calmarli in modo che smettano di creare un trampolino di lancio per gli attacchi contro Israele dalla Siria, ma non pensano di calmarsi, e faranno un paese di attentati suicidi dalla Siria per il loro folle piano. E abbiamo bisogno di una vita pacifica in Siria, e non di interminabili scioperi sul suo territorio, che in qualche modo non si fermeranno fino a quando gli iraniani non opereranno lì, portando i missili dai quali sparano contro Israele. Perché le nostre basi siano sicure, abbiamo bisogno di una Siria forte e pacifica, e non di un territorio costantemente bombardato a causa del fatto che qualcuno ha deciso - che ha il diritto di decidere - quale paese ha il diritto di esistere e quale - no! Siamo così difficili da ripristinare l'esercito, l'infrastruttura militare dei siriani, creare la sua difesa aerea, e questi stronzi iraniani, siamo tutti imbrattati. Bene, almeno hanno fatto una pausa nella loro "lotta" con gli ebrei, fino a liberare il territorio da igilovtsev e altri rifiuti e ripristinare le forze armate, ma se no - questi idioti si perderanno! La cosa peggiore è che i persiani nascondono i loro missili sotto il loro naso (ad es. - sotto la protezione di) oggetti russi, e gli ebrei che li colpiscono durante gli attacchi creano una minaccia per il nostro popolo. Quindi, nel caso di IL-20, quello che è successo è successo. I siriani che difendono uno di questi magazzini iraniani hanno sparato una raffica con un missile antiaereo nelle vicinanze del nostro aereo, alla fine - i nostri ragazzi 15 sono morti. E tu ci offri di ballare sulle note dei persiani e adempiono sempre i loro doveri verso di noi? Ricorda come è finito il lavoro dei nostri piloti dall'aerodromo in Iran. Costava solo agli americani fare pressioni sugli iraniani (e poi i Pindo non si ritirarono dall'accordo sull'accordo nucleare) ei nostri alleati persero immediatamente il desiderio di aiutarci, dipingendosi offesi dal fatto che non erano stati i primi a dire al mondo la presenza di un aerodromo russo territorio, anche se non era più un segreto per il mondo intero! Dobbiamo capire sobriamente che ogni attore in Siria ha i suoi interessi e dobbiamo agire solo per i nostri interessi e non esporre la sicurezza del nostro paese, sulla base di obblighi alleati falsamente compresi. Non siamo lì per aiutare l'Iran - per distruggere Israele! Questi sono i suoi problemi, e il nostro è quello di ristabilire l'ordine in Siria e ottenere un punto d'appoggio nel Mediterraneo, per rafforzare la nostra posizione strategica nel mondo. Inoltre, non abbiamo bisogno di confrontarci con nessuno dei paesi di questa regione, e ancora di più con una potenza nucleare chiamata Israele! La fornitura di C-300 è un buon segnale per gli ebrei, che sono andati troppo oltre e hanno smesso di rispettare le regole, ma allo stesso tempo abbiamo anche bisogno di valutare in modo più sobrio il rischio che le posizioni di rafforzamento dell'Iran in Siria siano sostenute. E per la sicurezza dei nostri militari - è necessario elaborare una sorta di struttura che gli iraniani non dovrebbero superare, in modo che la tragedia sia simile a quella che è successo con IL-20.

pagina

al piano di sopra