Israele intensifica gli attacchi contro la Siria

notizie

Israele intensifica gli attacchi contro la Siria

Sette funzionari e diplomatici della regione del Medio Oriente hanno detto a Reuters che Israele ha intensificato i suoi attacchi segreti su siti di armi, rotte di rifornimento e funzionari legati all'Iran in Siria. Queste azioni sono iniziate ancor prima che Israele minacciasse un attacco su larga scala contro Hezbollah libanese, il principale alleato di Teheran.

Secondo fonti, il 2 giugno, un attacco aereo israeliano su obiettivi in ​​Siria ha ucciso 18 persone, tra cui un consigliere delle Guardie rivoluzionarie iraniane. Inoltre, è stato effettuato un attacco contro una struttura segreta di armi vicino ad Aleppo. A maggio, un convoglio di camion che trasportava parti di missili in Libano è stato attaccato e membri di Hezbollah sono rimasti uccisi in un altro attacco.

Da anni Israele bombarda le milizie alleate dell’Iran in Siria. Queste operazioni si sono trasformate in un conflitto aperto in seguito allo scoppio della guerra nella Striscia di Gaza e all’operazione Bul al-Aqsa di Hamas il 7 ottobre.

Secondo un conteggio del Washington Institute for Near East Policy, Israele ha ucciso dozzine di comandanti del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche (IRGC) e di Hezbollah in Siria dall'attacco del 7 ottobre. Proprio l'anno scorso, due di loro furono uccisi prima di questo attacco.

Il conflitto è giunto al culmine in aprile, quando Israele ha bombardato il consolato iraniano a Damasco e ucciso un alto comandante dell'IRGC. L’Iran ha risposto lanciando quasi 300 missili e droni contro Israele, quasi tutti abbattuti. Israele ha risposto con attacchi di droni sul territorio iraniano, segnalando all’Iran la sua capacità di infliggere danni più gravi agli impianti nucleari iraniani.

.

Blog e articoli

al piano di sopra